Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da novembre 23, 2008

Risparmiare consumando meglio

Con piccoli gesti quotidiani si può risparmiare fino al 30% dei consumi di energia, in media 1.600 euro all’anno per ogni famiglia.
24 semplici consigli per ridurre fino al 30% il costo dell’energia delle famiglie e evitare ogni anno l’emissione di oltre 50 milioni di tonnellate di anidride carbonica, più della metà del deficit dell’Italia rispetto all’obiettivo fissato dal protocollo di Kyoto.Per informare gli italiani su come possano risparmiare contribuendo contemporaneamente alla tutela dell’ambiente, l’Eni ha lanciato una campagna di sensibilizzazione per un uso più razionale delle risorse energetiche.La campagna “30 PERCENTO. Consumare meglio, guadagnarci tutti” propone 24 consigli grazie ai quali ogni famiglia può raggiungere un risparmio fino a 1.600 euro annui. La Campagna di Efficienza Energetica Eni si basa su uno studio unico che consente di calcolare il valore effettivo di ogni singolo comportamento e quantificare, di conseguenza, il relativo risparmio.Si tratta di consigl…

STRUMENTI per il CONTRIBUENTE

[estratto dal Decreto Ministeriale 7 Aprile 2008]
Per compilare l’ALLEGATO F è necessario collegarsi al sito web dell’ENEA e registrarsi.La registrazione prevede l’assegnazione di una User-ID e di una password che permette l’accesso ad un’area dedicatain cui si possono registrare più pratiche ed accedervi in tempi successivi.Scarica anche le istruzioni che ti guidano passo passo alla compilazione on-line dell’ALLEGATO F.

ENEA: Registrati al sito dell’ENEA e compila l’allegato F
ISTRUZIONI ALLEGATO F: Scarica le istruzioni che ti guidano passo passo alla compilazione on-line dell'ALLEGATO F (pdf. 1,5 Mb)
ALLEGATO F: Esempio di Scheda Informativa dell'Intervento di sostituzione delle finestre esistenti in singole unità immobiliari (pdf. 72 Kb)

DM 11 Marzo 2008

Il nuovo decreto DM 11 Marzo 2008, che disciplina la detrazione fiscale del 55% delle spese per la riqualificazione energetica degli edifici, interviene sul precedente DM 19 febbraio 2007 "aggiornando" al 2010 le disposizioni e apportando alcune modifiche ai requisiti da rispettare per fruire delle detrazioni.
Tra le novità vi è il requisito secondo cui gli interventi realizzati a partire dal periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2008 devono avere l’indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale e la trasmittanza termica non superiori ai valori definiti dal nuovo decreto (DM 11 marzo 2008.)
Tra gli interventi agevolabili, oltre alla sostituzione di impianti di riscaldamento con impianti dotati di caldaie a condensazione, è aggiunta la sostituzione con impianti dotati di pompe di calore ad alta efficienza e con impianti geotermici a bassa entalpia.
La procedura per accedere all’agevolazione non cambia:
- per le spese sostenute nel 2008, comprese quelle conc…
Nella ricerca di soluzioni per sfruttare al meglio le energie rinnovabili in architettura, l’impiego dell’energia solare passiva può, se il contesto climatico lo permette, dare un contributo notevole al riscaldamento degli spazi di vita.
Il solare passivo si riferisce all’utilizzo del calore del sole senza fare capo a dispositivi d’impiantistica ma mediante il concetto architettonico. La disposizione di superfici vetrate come elementi di captazione e l’utilizzo dell’inerzia termica dei materiali che compongono l’edificio come elementi di stoccaggio del calore, sono i principi di base dello sfruttamento dell’energia solare passiva in architettura. Il concetto deve ugualmente curare attentamente la problematica legata alla protezione contro il surriscaldamento in periodo estivo.