Passa ai contenuti principali

Conformita' urbanistica dell'appartamento


La conformita' urbanistica di un immobile e' la corrispondenza tra il suo stato di fatto ed i grafici presenti in Comune.
arch. Carmen Granata

Al momento di comprare casa, è bene che l’acquirente si accerti della conformità dell’immobile alle normative urbanistiche vigenti.
Infatti, per poter essere costruito, ogni immobile deve essere oggetto di uno specifico provvedimento di autorizzazione da parte dell’autorità comunale, oggi denominato Permesso di Costruire e in passato prima Licenza Edilizia e poi Concessione Edilizia.
Per ottenere il Permesso è necessario presentare un progetto a firma di un tecnico abilitato, corredato degli elaborati esecutivi descrittivi dell’immobile, dal punto di vista grafico e dal punto di vista illustrativo (disegni e relazioni).
Il progetto approvato dovrà essere eseguito in maniera fedele dall’impresa esecutrice e, nel caso sia necessario apportare eventuali modifiche, bisognerà richiedere una Variante ed aspettarne l'approvazione.

Dopo l’ultimazione dei lavori andrà presentata la relativa denuncia al Catasto, con la presentazione di tante planimetrie quante sono le unità immobiliari e le relative pertinenze, come garages e cantine.

Al momento di acquistare casa, quindi, sarà bene accertarsi della corrispondenza tra queste planimetrie, cioè quelle depositate presso il Comune e quelle presenti al Catasto, nonché con lo stato di fatto dell’immobile.
Non è infrequente, al momento dell’acquisto, trovarsi di fronte ad immobili totalmente o completamente difformi da quanto riportato nei disegni di progetto.
E’ possibile, ad esempio, trovare una diversa distribuzione interna, piuttosto che una stanza in più.
Maggiori dettagli in lavorincasa.it

Commenti

Post popolari in questo blog

NTC Tabella 3.1.II – Valori dei carichi d’esercizio per le diverse categorie di edifici

Riassunto

Resto del post
http://www.blogger.com/img/blank.gif

Coefficiente di riflessione del suolo

Coefficiente di riflessione del suolo : frazione riflessa verso l'alto della Rggmm che giunge il suolo, sul piano orizzontale.
Dipende dal tipo di suolo e può assumere valori compresi fra 0 e 1.
Ecco la tabella per alcuni suoli tipici (fonte: Norma UNI 8477/1; per una raccolta più estesa, vedi anche: M. Iqbal, An Introduction to Solar Radiation, 1983, pag. 288 e seg.; oppure: F.M.Butera: Architettura e ambiente, Etas, 1995, Appendice 1.3.a):

Tipo di suolo
Coefficiente di riflessione

Neve (caduta di fresco o con film di ghiaccio)
0.75
Superfici acquose
0.07
Suolo (creta, marne)
0.14
Strade sterrate
0.04
Bosco di conifere d'inverno
0.07
Bosco in autunno
Campi con raccolti maturi e piante
0.26
Asfalto invecchiato
0.10
Calcestruzzo invecchiato
0.22
Foglie morte
0.30
Erba secca
0.20
Erba verde
0.26
Tetti o terrazze in bitume
0.13
Pietrisco
0.20
Superfici scure di edifici (mattoni scuri, vernici scure, ...)
0.27
Superfici chiare di edifici (mattoni chiari, vernici chiare, ...)
0.60

NTC Tabella 3.1.I - Pesi dell’ unità di volume dei principali materiali strutturali

Riassunto

Resto del post