Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da gennaio 11, 2009

decreto anticrisi approvato dalla Camera, ora passa in Senato

E' stato approvato dalla Camera il "decreto anticrisi" che andrà ora in Senato per la conversione definitiva in legge che dovrà avvenire entro la fine di gennaio, pena la decadenza. Sono stati approvati tutti gli emendamenti, presentati nei giorni scorsi, all'ampiamente contestato articolo 29.In sintesi la detrazione fiscale del 55% sui lavori di ristrutturazione edilizia che garantiscono risparmio energetico sarà spalmata su 5 anni a partire dal primo gennaio 2009 e non più su 3 anni come ora. Eliminata anche la retroattività del provvedimento, sono quindi salve tutte le richieste di detrazione fiscale per i lavori eseguiti nell'anno 2008.

Fonte: infobuiltenergia.it

Lombardia: reintrodotto l'obbligo di allegare la certificazione energica per il trasferimento di immobili a titolo oneroso

Nella seduta del 22 dicembre 2008, la Giunta Regionale Lombarda ha approvato la Deliberazione VIII/008745 contenente “Determinazioni in merito alle disposizioni per l’efficienza energetica in edilizia e per la certificazione energetica degli edifici”. Si attende ora che tale deliberazione entri in vigore con la pubblicazione sul B.U.R. della Regione Lombardia.Tra le più importanti novità troviamo:Prescrizioni sulle prestazioni estive dei componenti:
Attestazione dell’efficacia dei sistemi schermanti
Prescrizione sulla massa e trasmittanza periodica delle strutture verticali (ad eccezione di quelle a nord)
Prescrizione sulla trasmittanza periodica delle strutture orizzontali e inclinate.Importante novità è proprio l'introduzione del parametro "trasmittanza periodica", nei decreti attuativi di prossima pubblicazione verrà introdotto, in alternativa alla verifica della massa superficiale, un limite sulla trasmittanza termica periodica, che dovrà essere inferiore a 0,12 W/m2K (…

Casa: 57% sono modeste ma sono 2.400 i castelli abitati

Vivere in un castello come ai tempi delle fiabe: accade a 2.404 famiglie italiane. Molti di più sono poi i nuclei che abitano in case ‘tipiche’, dai trulli della Puglia alle baite delle Dolomiti: 15.568. Sono queste alcune delle curiosità delle ultime statistiche catastali (aggiornate al 2007) diffuse dall’Agenzia del Territorio.
Al di là delle case un po’ fuori dalla norma c’è comunque nei nuovi dati la conferma che la maggior parte delle abitazioni italiane, oltre il 57%, sono modeste, dai 2 ai 5 vani, compresi bagno e cucina. Lo stock complessivo delle unità immobiliari italiane, residenziali e non, ammonta, secondo i dati dell’ultimo censimento del Territorio, a 62,5 milioni di unità, di cui più del 50% sono abitazioni (gruppo A al catasto). Metà delle costruzioni sono al Nord e lo stock risulta dal 2006 al 2007 aumentato del 2,8%. Ma ecco in sintesi la fotografia delle case italiane secondo l’ultimo aggiornamento del catasto.
- CASE DI LUSSO CHE PAGANO ICI IN TUTTO SONO LO 0,23%. S…

Manovra anticrisi, le modifiche. Nel pomeriggio la fiducia

14 GENNAIO 2009
... Detrazione per la riqualificazione energetica degli edifici (articolo 29). Novità per le detrazioni per la riqualificazione energetica degli edifici (articolo 1, commi da 344 a 347, della legge n. 296/2006). Viene soppressa la limitazione all'utilizzo del credito di imposta nel 2008, prevedendo che, per i periodi imposta successivi a quello in corso alla data del 31 dicembre 2008, i contribuenti interessati inviano all'Agenzia delle entrate apposita comunicazione, secondo i termini e le modalità stabilite con provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle entrate da emanare entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto anticrisi. Il provvedimento può stabilire che la trasmissione avvenga esclusivamente per via informatica, anche mediante i soggetti abilitati, e stabilisce i termini e le modalità di comunicazione all'Agenzia delle entrate dei dati trasmessi dai contribuenti in possesso dell'Enea. Emanazione…

ASPETTI FISCALI CONCERNENTI IL NUOVO REGIME DELLO SCAMBIO SUL POSTO

ASPETTI FISCALICONCERNENTI IL NUOVOREGIME DELLO SCAMBIO SUL POSTO EX DELIBERA AEEG 74/08 Si  informano gli operatori che con risposta all’interpello n.954-168336/2008  presentato dal GSE,  l’Agenzia delle Entrate ha fornito indicazioni in merito alla disciplina fiscale applicabile al servizio di scambio sul posto di cui alla delibera dell’Autorità per l’ Energia  Elettrica ed il  Gas n.74/08. 
Si richiama pertanto l'attenzione  a  quanto comunicato dall'Agenzia delle Entrate di cui si riportano in allegato  le conclusioni.(leggi l'allegato)
Fonte GSE INFORMA

Glossario

GlossarioAgenda 21 Documento elaborato nella conferenza UNCED, ove viene esposto il programma di attuazione della Dichiarazione di Rio. Affronta temi che vanno dalla demografia allo sviluppo delle zone rurali, allo sfruttamento degli oceani, al trasferimento delle tecnologie, al commercio, alle istituzioni internazionali ecc., indicando per ciascun tema linee d'azione che, sebbene non vincolanti, riflettono il consenso sostanziale dei partecipanti all’UNCED. Ampere (A) Unità fondamentale di misura dell’intensità di corrente elettrica del Sistema Internazionale Anidride solforosa (SO2) Composto inorganico formato da un atomo di zolfo e due atomi di ossigeno. È un gas incolore, soffocante, velenoso, generalmente prodotto nella combustione dello zolfo contenuto in combustibili fossili. Nell’aria può ossidarsi ulteriormente, in combinazione con acqua, formando acido solforico, che provoca fenomeni di acidificazione (piogge acide) Asfalto Miscuglio naturale di bitume solido e sostanze mineral…

Certificati verdi, cambiano gli incentivi all'energia rinnovabile

L’energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili, ad esclusione della fonte solare, da alcuni anni, è incentivata mediante il rilascio dei cosiddetti certificati verdi. Dal 2001, infatti, gli impianti che importano o producono energia elettrica da fonti non rinnovabili hanno l'obbligo di immettere nel sistema elettrico nazionale una quota prodotta da fonti rinnovabili – che negli anni è via via cresciuta. Alle fonti rinnovabili tradizionali (energia prodotta dal sole, vento, risorse idriche e geotermiche, maree, moto ondoso e tramite la trasformazione dei prodotti vegetali o dei rifiuti organici) si sono aggiunte, in seguito ad una modifica del 2007, anche le fonti energetiche provenienti dall'agricoltura e dall'allevamento di animali (biogas e biomasse). In particolare la legge 222/2007 sul mercato agroalimentare, aveva esteso i meccanismi con cui è incentivata la produzione di energia elettrica anche agli impianti alimentati da biomasse e biogas derivanti da prodotti ag…