Cerca nel blog

lunedì 22 giugno 2009

Piano casa Valle d'Aosta - DDL

La semplificazione delle procedure urbanistiche così come le facilitazioni per l'ampliamento delle abitazioni e degli edifici commerciali, artigianali e produttivi: è quanto prevede il piano casa varato dalla Giunta regionale della Valle d'Aosta.

"Abbiamo messo a punto - ha spiegato il presidente della Regione autonoma Valle d'Aosta, Augusto Rollandin - un articolato che, in linea con gli indirizzi concordati con il Governo, salvaguarda la competenza legislativa primaria della Valle d'Aosta in materia urbanistica". Le indicazioni contenute "non sono temporalmente limitate e privilegiano misure durevoli nel tempo", ha aggiunto Rollandin.

Il disegno di legge, riguardante Misure per la semplificazione delle procedure urbanistiche e la riqualificazione del patrimonio edilizio regionale, composto da 12 articoli e proposto dall'Assessorato regionale all'ambiente e territorio, consente incrementi volumetrici del 20 per cento, rispetto agli indici di edificabilità, in deroga agli strumenti urbanistici generali e ai regolamenti edilizi. Nel caso dell'integrale demolizione e ricostruzione degli edifici, l'ampliamento consentito è del 35 per cento, a condizione che "si utilizzino criteri e tecniche di edilizia sostenibile, fonti di energia rinnovabile o misure di risparmio delle risorse energetiche o idriche".

Gli immobili destinati ad attività produttive, artigianali o commerciali potranno essere ulteriormente ingranditi (fino al 45 per cento degli indici urbanistici di zona), "qualora si ricorra a programmi integrati, a intese ed a concertazioni promossi dai Comuni". Sono esclusi dalle deroghe le aree di inedificabilità assoluta, gli edifici abusivi e con particolari vincoli. Fonte: regione.vda

Definizioni (Dec. legislativo 30/5/2008)

Esclusivamente ai fini del presente decreto, si applicano le seguenti definizioni:
a) «energia»: qualsiasi forma di energia commercialmente disponibile, inclusi elettricità, gas
naturale, compreso il gas naturale liquefatto, gas di petrolio liquefatto, qualsiasi
combustibile da riscaldamento o raffreddamento, compresi il teleriscaldamento e il
teleraffreddamento, carbone e lignite, torba, carburante per autotrazione, ad esclusione del
carburante per l'aviazione e di quello per uso marina, e la biomassa quale definita nella
direttiva 2001/77/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 settembre 2001,
recepita con il decreto legislativo 29 dicembre 2003, n. 387, sulla promozione dell'energia
elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili nel mercato interno dell'elettricità;
b) «efficienza energetica»: il rapporto tra i risultati in termini di rendimento, servizi, merci o energia, da intendersi come prestazione fornita, e l'immissione di energia;
c) «miglioramento dell'efficienza energetica»: un incremento dell'efficienza degli usi finali dell'energia, risultante da cambiamenti tecnologici, comportamentali o economici;
d) «risparmio energetico»: la quantità di energia risparmiata, determinata mediante una misurazione o una stima del consumo prima e dopo l'attuazione di una o più misure di miglioramento dell'efficienza energetica, assicurando nel contempo la normalizzazione delle condizioni esterne che influiscono sul consumo energetico;
e) «servizio energetico»: la prestazione materiale, l'utilità o il vantaggio derivante dalla combinazione di energia con tecnologie ovvero con operazioni che utilizzano efficacemente l'energia, che possono includere le attività di gestione, di manutenzione e di controllo
necessarie alla prestazione del servizio, la cui fornitura è effettuata sulla base di un contratto e che in circostanze normali ha dimostrato di portare a miglioramenti
dell'efficienza energetica e a risparmi energetici primari verificabili e misurabili o stimabili;

f) «meccanismo di efficienza energetica»: strumento generale adottato dallo Stato o da autorità pubbliche per creare un regime di sostegno o di incentivazione agli operatori del mercato ai fini della fornitura e dell'acquisto di servizi energetici e altre misure di miglioramento dell'efficienza energetica;
g) «programma di miglioramento dell'efficienza energetica»: attività incentrate su gruppi di clienti finali e che di norma si traducono in miglioramenti dell'efficienza energetica verificabili e misurabili o stimabili;
h) «misura di miglioramento dell'efficienza energetica»: qualsiasi azione che di norma si traduce in miglioramenti dell'efficienza energetica verificabili e misurabili o stimabili;
i) «ESCO»: persona fisica o giuridica che fornisce servizi energetici ovvero altre misure di miglioramento dell'efficienza energetica nelle installazioni o nei locali dell'utente e, ciò facendo, accetta un certo margine di rischio finanziario. Il pagamento dei servizi forniti si
basa, totalmente o parzialmente, sul miglioramento dell efficienza energetica conseguito e sul raggiungimento degli altri criteri di rendimento stabiliti;
l) «contratto di rendimento energetico»: accordo contrattuale tra il beneficiario e il fornitore riguardante una misura di miglioramento dell'efficienza energetica, in cui i pagamenti a fronte degli investimenti in siffatta misura sono effettuati in funzione del livello di miglioramento dell'efficienza energetica stabilito contrattualmente;
m) «finanziamento tramite terzi»: accordo contrattuale che comprende un terzo, oltre al fornitore di energia e al beneficiario della misura di miglioramento dell'efficienza energetica, che fornisce i capitali per tale misura e addebita al beneficiario un canone pari a una parte Governo Italiano - Comunicati stampa del Presidente del Consiglio http://www.governo.it/Governo/Provvedimenti/testo_int.asp?d=39177 09/06/2008
del risparmio energetico conseguito avvalendosi della misura stessa. Il terzo può essere una ESCO;
n) «diagnosi energetica»: procedura sistematica volta a fornire un'adeguata conoscenza del profilo di consumo energetico di un edificio o gruppo di edifici, di una attività o impianto industriale o di servizi pubblici o privati, ad individuare e quantificare le opportunità di
risparmio energetico sotto il profilo costi-benefici e riferire in merito ai risultati;
o) «strumento finanziario per i risparmi energetici»: qualsiasi strumento finanziario, reso disponibile sul mercato da organismi pubblici o privati per coprire parzialmente o integralmente i costi del progetto iniziale per l'attuazione delle misure di miglioramento dell'efficienza energetica;
p) «cliente finale»: persona fisica o giuridica che acquista energia per proprio uso finale;
q) «distributore di energia», ovvero «distributore di forme di energia diverse dall elettricità e dal gas»: persona fisica o giuridica responsabile del trasporto di energia al fine della sua fornitura a clienti finali e a stazioni di distribuzione che vendono energia a clienti finali. Da questa definizione sono esclusi i gestori dei sistemi di distribuzione del gas e dell'elettricità, i quali rientrano nella definizione di cui alla lettera r);
r) «gestore del sistema di distribuzione» ovvero «impresa di distribuzione»: persona fisica o giuridica responsabile della gestione, della manutenzione e, se necessario, dello sviluppo del sistema di distribuzione dell'energia elettrica o del gas naturale in una data zona e, se del
caso, delle relative interconnessioni con altri sistemi, e di assicurare la capacità a lungo termine del sistema di soddisfare richieste ragionevoli di distribuzione di energia elettrica o gas naturale;
s) «società di vendita di energia al dettaglio»: persona fisica o giuridica che vende energia a clienti finali;
t) «sistema efficiente di utenza»: sistema in cui un impianto di produzione di energia elettrica, con potenza non superiore a 10 Mwe e complessivamente installata sullo stesso sito, alimentato da fonti rinnovabili o in assetto cogenerativo ad alto rendimento, anche nella titolarità di un soggetto diverso dal cliente finale, è direttamente connesso, per il tramite di un collegamento privato, all impianto per il consumo di un solo cliente finale ed è realizzato all interno dell area di proprietà o nella piena disponibilità del medesimo cliente;
u) «certificato bianco»: titolo di efficienza energetica attestante il conseguimento di risparmi di energia grazie a misure di miglioramento dell'efficienza energetica e utilizzabile ai fini dell adempimento agli obblighi di cui all articolo 9, comma 1, del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79, e successive modificazioni, e all articolo 16, comma 4, del decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164;
v) «sistema di gestione dell energia»: la parte del sistema di gestione aziendale che
ricomprende la struttura organizzativa, la pianificazione, la responsabilità, le procedure, i processi e le risorse per sviluppare, implementare, migliorare, ottenere, misurare e mantenere la politica energetica aziendale;
z) «esperto in gestione dell energia»: soggetto che ha le conoscenze, l esperienza e la capacità necessarie per gestire l uso dell energia in modo efficiente;
aa) «ESPCo»: soggetto fisico o giuridico, ivi incluse le imprese artigiane e le loro forme consortili, che ha come scopo l offerta di servizi energetici atti al miglioramento dell efficienza nell uso dell energia;
bb) «fornitore di servizi energetici»: soggetto che fornisce servizi energetici, che può essere uno dei soggetti di cui alle lettere i), q), r), s), z) ed aa);
Governo Italiano - Comunicati stampa del Presidente del Consiglio Page 4 of 22
http://www.governo.it/Governo/Provvedimenti/testo_int.asp?d=39177 09/06/2008
cc) «Agenzia»: è la struttura dell ENEA di cui all articolo 4, che svolge le funzioni previste dall articolo 4, paragrafo 4, della direttiva 2006/32/CE.

l'architettura sacra: Dibattito aperto sui recenti progetti di chiese


Giovedì 25 giugno 2009, alle ore 20.30 presso l'Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Varese, si terrà un incontro volto a conoscere le esperienze di Monsignor Giuseppe Arosio divenuto responsabile per la costruzione di nuovi complessi parrocchiali per l'intera Diocesi di Milano quando nel 1984 il cardinale Carlo Maria Martini ricostituì l'Ufficio Nuove Chiese della Curia di Milano.

Detto incarico portò Monsignor Giuseppe Arosio alla realizzazione di più di cinquanta chiese, interagendo con architetti del calibro dello stesso Dahinden per Varese, Caccia Dominioni, Botta, Canella, Belgiojoso, D'Ardia, Gabetti e Isola, Galantino, Gregotti, e tanti altri che contribuirono alla riqualificazione soprattutto delle periferie milanesi, sia dal punto di vista sociale che religioso.

Interverranno: Monsignor Giuseppe Arosio, Arch. Mauro Galantino, Arch. Marco Contini.

giovedì 25 giugno 2009 ore 20.30 - c/o la sede dell'Ordine - via Gradisca 4, Varese.

Mons. Giuseppe Arosio
nato a Monza nel 1925, don Giuseppe Arosio viene ordinato sacerdote il 22 maggio 1948 ed in quello stesso anno inizia il suo ministero come viceparroco. Nel 1961 diventa parroco nella nuova parrocchia di S.Giuseppe a Monza, in una zona periferica, in cui c’è da costruire proprio tutto, la comunità, la casa, la Chiesa. E’ proprio dalla necessità pastorale che nasce in don Peppino il cammino alla scoperta dell’architettura in tutte le sue fasi, dalla ricerca dell’architetto alla messa a punto del progetto, dal reperimento dei fondi alla costruzione. Fu attraverso l’esperienza con l’architetto zurighese Justus Dahinden e la sua instancabile sete di conoscenza, che lo portò in giro per l’Europa, che si formarono le sue doti peculiari: chiarezza di visione, senso della priorità, ambizione, concretezza, entusiasmo, combattività.

Mauro Galantino

nato a Bari nel 1953, si laurea a Firenze in composizione nel 1979, dove lavora con Francesco Barbagli. Si trasferisce a Parigi con una borsa di studio dal 1981 al 1983. In questo periodo alterna lo studio dei fenomeni urbani della recente pianificazione francese alla collaborazione con gli studi Piano, Chemetov- Devillers per la redazione di concorsi. In occasione del progetto per il bicentenario della rivoluzione francese entra in contatto con Vittorio Gregotti e si trasferisce a Milano, dove collabora con il suo studio dal 1983 al 1987. Nello stesso anno apre un proprio studio professionale e inizia l’attività d’insegnamento presso la scuola di architettura di Ginevra, dove lavora fino al 1994. Da quella data ha insegnato come professore invitato all’università di Girona, alla facoltà di architettura di Strasburgo, di Paris Belleville, al Politecnico di Losanna e, attualmente, è professore associato allo IUAV di Venezia. Ha partecipato a numerosi concorsi internazionali ottenendo riconoscimenti per le sedi del parlamento a Berlino e Vienna, a Firenze, dove ha realizzato un Europan 2 e a Milano, dove ha costruito una chiesa. Ha realizzato alcuni centri scolastici, ad Arezzo, San Giovanni Valdarno e Arcore. Ha in costruzione alcuni concorsi vinti: la cattedrale vicaria di Modena per la Cei, il quartiere di Sanpolino a Brescia di iniziativa pubblica e il complesso Case del Sole di proprietà Finsibi.
A Parigi ha in corso di realizzazione la Chiesa Des Lilas, frutto di un concorso, a Milano la sede di Costacurta profilati, a Montebelluna un centro scolastico di grande dimensione.
A Firenze sta realizzando un lotto nel piano dell’Immobiliare Novoli.
Ha partecipato, ottenendo riconoscimenti, ai concorsi per il Modam e il lotto di case popolari in via Civitavecchia a Milano, il Memoriale della deportazione di Rivesaltes.
Ha pubblicato alcuni saggi critici su Ciriani, Gregotti, Michelucci e Braillard, un saggio sullo sviluppo urbano di Bath nel XVIII secolo, una monografia dedicata al Museo di Struthof di P.L. Faloci.
E’ in programma l’uscita di una monografia sull’opera di M.G. a cura di Silvia Milesi per i tipi Electa, Documenti di architettura, e una pubblicazione tematica sul tema della residenza.


Marco Contini

nato a Parma 1959,laureato nel 1986 presso l'Istituto Universitario di Architettura di Venezia.
Collaborazione con lo studio di ingegneria I.G.P. a Treviso (1984), Bernardo Secchi a Milano (1986), Gregotti Associati a Milano (1987-88), Guido Canali a Parma (1989-90).
Premiato al concorso internazionale per il nuovo quartiere governativo della Bassa Austria a St.Polten, 1989.
Partecipazione al corso internazionale “Gestione dei conflitti ambientali e valutazioni di impatto” Ervet. Bologna 1990.
Capogruppo del progetto vincitore al concorso per la chiesa e il centro parrocchiale di Varedo, Milano 1990.
Menzione d’onore al premio “medaglia d’oro per l’architettura italiana” indetto dalla Triennale di Milano nel 2003 nella sezione “ l’abitare” e nella sezione “edifici produttivi”.
Vincitore nel 2005 del concorso nazionale per un polo scolastico a Felino ( Parma).
Si è occupato, attraverso progetti e concorsi, del rapporto fra architettura e ambiente approfondendo temi
relativi al paesaggio, all'uso delle tecnologie edilizie e alla dimensione percettiva e simbolica dello spazio.
Nel 2006 è stato invitato dalla Conferenza Episcopale Italiana al concorso per i progetti pilota riguardanti la costruzione dei nuovi edifici religiosi. Dopo la segnalazione del concorso è stato incaricato dalla diocesi di Ascoli Piceno per la costruzione della chiesa e del centro parrocchiale di Castel di Lama.

PROGRAMMI GRATIS

Notizie

News edilizia&energia

Risparmio energetico: pubblicate le UNI/TS 11300 sulle prestazioni energetiche degli edifici
fonte UNI
__________________________________________
Tutta la documentazione di approfondimento, compresi i decreti ministeriali attuativi delle Finanziarie 2007 e 2008 con le istruzioni dettagliate per fruire degli incentivi. Le risposte - elaborate a seguito di un attento esame delle Finanziarie e dei decreti attuativi - rappresentano la valutazione degli esperti ENEA
__________________________________________



Roma su google

pagerank

Check Page Rank of any web site pages instantly:
This free page rank checking tool is powered by Page Rank Checker service

ENERGIA SEMPLICE

ENERGIA SEMPLICE
"Energia Semplice" è la finestra che l’Autorità per l’energia elettrica e il gas ha voluto aprire verso il mondo dei consumatori per spiegare cosa cambia con l’arrivo della concorrenza nei mercati dell’elettricità e del gas. Semplici domande e risposte per capire come scegliere al meglio il nostro fornitore di energia e come approfittare dei nuovi diritti conquistati.

ĬĬ© Blogger template The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOPĬĬ