Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da luglio 26, 2009

L'architetto Fuksas vittima di Azione Futurista.

In quel di Pantelleria, si è svolta un'azione pirata, a simulare il rosso sangue nella Fontana di Trevi a Roma.

Questa volta l'attenzione è rivolta alla piscina (forse abusiva) ubicata nella tenuta del noto professionista Massimiliano Fuksas, a ridosso del "Parco Archeologico dei Sesi” in Pantelleria.

Il messaggio è stato rivendicato da Azione Futurista Pantesca con un manifesto trovato nella buca delle lettere del Sindaco: ...Milioni di euro scialacquati per la valorizzazione archeologica dei Sesi per allietare il soggiorno degli amici in visita al “Resort”.

La zona è presidiata sulle tracce degli intrusi nel “Resort” (la dimora estiva di Fuksas) mentre un campione di acqua “colorata” è stata spedita ad un laboratorio di analisi a Palermo.
Le pompe di filtraggio della piscina, per precauzione, sono state fermate. Potrebbero inquinare il sito archeologico, in considerazione del fatto che il monumento neolitico del Sese si trova a poche decine di metri.

L’azione a sorpresa, fa…

L'ARCHITETTURA SACRA secondo l'architetto irlandese Breda Catherine Ennis

Intervista all'architetto irlandese Breda Catherine Ennis


di Carmen Elena Villa Betancourt

ROMA, martedì, 28 luglio 2009 (ZENIT.org).- Costruire una chiesa, un monastero, un altare, disegnare un leggio o un chiostro sono compiti che vanno al di là dell'elaborare un progetto o un plastico e iniziare l'opera.
L'architetto del sacro deve sempre pensare che la costruzione non è fatta soltanto da mura, ma che al suo interno l'uomo cerca un rifugio per incontrare l'Eternità.
ZENIT ha parlato con l'architetto irlandese Breda Catherine Ennis, Associate Professor of Fine Arts dell'università americana di Roma, dove risiede. E' anche collaboratrice della "Radio Vaticana" e docente presso l'Università Europea.
A suo avviso il compito di un architetto culmina con la consacrazione della chiesa o della cappella, che in quel momento "passa ad essere opera di Dio e non degli uomini".
Breda ha partecipato di recente al restauro della cappella dell&…

Certificazione energetica in condominio: è giungla

Il D. Lgs 192/2005 e successive modificazioni riportano che nei condomini con caldaia centralizzata è possibile fare la certificazione di un appartamento e renderla applicabile anche per altri appartamenti dello stesso condominio a patto che questi abbiano caratteristiche uguali (superficie, esposizione, ambienti identici confinanti, ecc.)SI CAPISCE CHE UNA CERTIFICAZIONE UNICA CONDOMINIALE NON E' POSSIBILE, almeno nella stragrande maggioranza dei casi Immaginiamo un condominio di 20 alloggi in cui siano presenti all'origine tutti e 20 appartamenti uguali tra loro. nel corso degli anni la situazione cambia perchè alcuni proprietari decidono di mettere le doppie finestre, altri cambiano gli infssi e montano quelli con vetro camera, altri ancora comprano una stanza dall'appartamento di fianco, si potrebbe continuare con chi decide di verandare il terrazzo, chi ha aumentato gli elementi nei radiatori ecc. In alcuni articoli si legge che si potrebbe eseguire una certificazion…