Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da novembre 1, 2009

nuovo regolamento BAR e RISTORANTI a Roma

Approvato dalla Giunta Comunale un nuovo regolamento per la disciplina delle attività commerciali di somministrazione di alimenti e bevande. Per bar e ristoranti si punta sulla qualità del servizio e si definiscono nuovi parametri.

Con il nuovo regolamento sulla base della legge regionale n. 21 del 29 novembre 2006, il Comune di Roma identifica infatti nuovi criteri per il rilascio delle autorizzazioni per le nuove aperture e i trasferimenti di sede. In particolare stabilisce che gli esercizi dovranno rispettare requisiti strutturali che interessano la somministrazione di alimenti e bevande e la superficie destinata ai servizi, con particolare riguardo agli spazi dedicati alla manipolazione degli alimenti.

Il regolamento stabilisce inoltre il rispetto di determinati criteri di qualità riconducibili alla professionalità del titolare dell'attività commerciale e degli addetti al servizio di somministrazione, alle caratteristiche del locale e alla qualità del servizio offerto. A ognun…

ROMA: variazioni e integrazioni al Regolamento Edilizio Comunale per il risparmio energetico

Roma, 6 novembre – Approvate dalla Giunta comunale le variazioni e le integrazioni al Regolamento Edilizio Comunale per il risparmio energetico e l'utilizzo di fonti rinnovabili di energia, regole valide per tutti gli edifici pubblici e privati di nuova edificazione e per quelli in fase di ristrutturazione complessiva, come da normativa nazionale e regionale.

Secondo i nuovi canoni ogni edificio dovrà essere dotato di impianti energetici alimentati da fonti di energia rinnovabili, come pannelli fotovoltaici o piccoli generatori a pale eoliche; l'acqua calda verrà fornita, almeno per il 50%, da fonti di energia rinnovabili (pannelli solari), e ogni appartamento dovrà produrre energia rinnovabile commisurata ai mq. della superficie. Inoltre, ogni nuovo edificio sarà provvisto di serbatoi interrati per la raccolta d'acqua, da riutilizzare poi per impieghi condominiali.

Negli spazi comuni (ingressi, androni, pianerottoli), verranno realizzati impianti per il risparmio energeti…

Le chiese brutte

È stato reso pubblico mercoledì in tutto il mondo, ed è una filiale supplica rivolta al Vicario di Cristo. Redatto in più lingue, sottoscrivibile da chiunque al sito www.appelloalpapa.blogspot.com, s’intitola papale papale «Appello a Sua Santità Papa Benedetto XVI per il ritorno a un’Arte sacra autenticamente cattolica» (come anticipato domenica da Libero).
Chiaro come il sole, ma al contempo inquietante. Vi si chiede infatti che l’arte sacra cattolica torni a essere semplicemente tre cose: arte, sacra e cattolica. Insomma, se stessa. Già, perché a quanto pare la maggior parte di ciò che oggi viene spacciato per tale non lo è affatto. Paradosso? Mica poi tanto. Basta guardarsi attorno. Hangar al posto di chiese, caos di materia che Platone avrebbe sprezzantemente detto chora invece di statue dalle figure riconoscibili, crocifissi che sembrano tralicci, e via discorrendo. Non bisogna essere un sottile critico d’arte né un raffinato intenditore per rendersi conto del brutto che ci circon…

Roma, arriva il PRIA riqualificazione casali fatiscenti

Roma, 6 ottobre - A Roma ne esistono oltre diecimila, sparsi su 52 mila ettari di campagna (il più vasto territorio verde tra i comuni d'Europa). Sono i vecchi manufatti agricoli abbandonati: casali, fienili, stalle, granai, appezzamenti. Un vasto patrimonio in lento degrado, ma anche una grande risorsa potenziale. Il Comune pubblicherà entro la metà del mese un bando, con il doppio obiettivo di farne case da affittare (una parte) e, per il resto, di rilanciare l'agricoltura, l'eco-turismo e gli sport all'aria aperta, creando così nuove imprese e nuovi posti di lavoro.


Il Programma di Riqualificazione degli Immobili Agricoli dismessi o sotto-utilizzati (PRIA) è stato presentato in Campidoglio dal sindaco Alemanno e dagli assessori Antoniozzi (Patrimonio), Corsini (Urbanistica) e De Lillo (Ambiente), oltre che dal presidente di Coldiretti Lazio, Massimo Gargano, e da quello di Confagricoltura, Massimiliano Giansanti.

Il PRIA è stato annunciato lo scorso maggio, quindi l…

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA RELAZIONE PAESAGGISTICA CON PROCEDURA SEMPLIFICATA

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA RELAZIONE PAESAGGISTICA CON PROCEDURA SEMPLIFICATA Comune di Roma
La RELAZIONE PAESAGGISTICA deve contenere tutti gli elementi necessari alla verifica della compatibilità paesaggistica dell'intervento, ed accertare:
- la compatibilità rispetto ai valori paesaggistici riconosciuti dal vincolo;
- la congruità con i criteri di gestione dell'immobile o dell'area;
- la coerenza con gli obiettivi di qualità paesaggistica del Piano Territoriale Paesaggistico di riferimento.
E’ redatta in book in formato A4 seguendo questo indice:
0 : SCHEDA DATI URBANISTICO – PAESAGGISTICI (Dichiarazione Asseverata del Progettista) vedi modulo
1: LOCALIZZAZIONE DELL’AREA DI INTERVENTO E PIANIFICAZIONE URBANISTICA E PAESAGGISTICA
2: DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA


Normativa di riferimento: D.P.C.M. 12/12/2005
1: LOCALIZZAZIONE DELL’AREA DI INTERVENTO E PIANIFICAZIONE URBANISTICA E PAESAGGISTICA
In questa tavola sono riportate le informazioni sull’ubicazione dell’intervento e viene es…

Coefficiente di riflessione del suolo

Coefficiente di riflessione del suolo : frazione riflessa verso l'alto della Rggmm che giunge il suolo, sul piano orizzontale.
Dipende dal tipo di suolo e può assumere valori compresi fra 0 e 1.
Ecco la tabella per alcuni suoli tipici (fonte: Norma UNI 8477/1; per una raccolta più estesa, vedi anche: M. Iqbal, An Introduction to Solar Radiation, 1983, pag. 288 e seg.; oppure: F.M.Butera: Architettura e ambiente, Etas, 1995, Appendice 1.3.a):

Tipo di suolo
Coefficiente di riflessione

Neve (caduta di fresco o con film di ghiaccio)
0.75
Superfici acquose
0.07
Suolo (creta, marne)
0.14
Strade sterrate
0.04
Bosco di conifere d'inverno
0.07
Bosco in autunno
Campi con raccolti maturi e piante
0.26
Asfalto invecchiato
0.10
Calcestruzzo invecchiato
0.22
Foglie morte
0.30
Erba secca
0.20
Erba verde
0.26
Tetti o terrazze in bitume
0.13
Pietrisco
0.20
Superfici scure di edifici (mattoni scuri, vernici scure, ...)
0.27
Superfici chiare di edifici (mattoni chiari, vernici chiare, ...)
0.60

fare architettura: lectio magistralis dell’architetto Renzo Piano al Palazzo dei Congressi.

“Parlo a braccio. Sono qui per far vendere ceramica, quando uscite dovete visitare la fiera e comprare una piastrella”. Comincia così Piano, senza cravatta e con fare informale, il suo discorso. O meglio la mirabile lezione, pratica, che non vuole essere altisonante, ma spiegare a studenti, giornalisti, architetti, gente comune, cosa significa fare architettura. “C’è chi comincia dalla visione per arrivare al progetto, e c’è invece chi parte dal costruire per arrivare alla visione”. Io seguo la seconda via: fare architettura significa costruire, non solo disegnare, ma realizzare, lavorare sui materiali, ascoltare la gente e interpretare i loro bisogni per migliorare la loro vita e l’aspetto delle città. L’architettura è la poetica del fare e del costruire, la sfida dell’ingegno che esplora. E’ un’arte di frontiera, contaminata dalla realtà. UN’arte corsara, di rapina, un prendere, riprendere dagli altri. Una rapina sì, ma fatta a viso scoperto, e finalizzata a ridare qualcosa in più.

Edilizia a Firenze "Tutto Quadra"

Terremoto nel Pd fiorentino
Riccardo Chiari
In procura a Firenze l’inchiesta è stata chiamata “Le mani sulla città”. Con questa spiegazione: “C’erano pubblici ufficiali a piena e continua disposizione di imprenditori e professionisti per agevolare e gestire le pratiche edilizie. Fra di loro anche Formigli, che è stato abilissimo a interpretare il duplice ruolo di consigliere comunale e di socio occulto della società di progettazioni Quadra. Mentre l’altro consigliere Barbaro era stato messo a capo della commissione urbanistica per attuare le intenzioni di Quadra”.

Dalla voce dei sostituti procuratori Giuseppina Mione e Leopoldo De Gregorio, ecco quindi gli assai concreti motivi – corredati da intercettazioni telefoniche e ambientali, riprese video e documenti assortiti - che hanno portato il giudice delle indagini preliminari Rosario Lupo a mandare agli arresti domiciliari Alberto Formigli, ex capogruppo del Pd in Palazzo Vecchio, e denunciare a piede libero l’ex presidente della commis…