Cerca nel blog

sabato 12 dicembre 2009

Esempio di PSC piano di sicurezza e coordinamento

Lavori di adeguamento dei locali e degli impianti di un presidio ospedaliero.
in base al titolo IV del D. Lgs 81/2008

Dossier sicurezza luoghi di lavoro

La Direzione Generale per l’Innovazione Tecnologica e la Comunicazione, la Direzione Generale della Tutela delle Condizioni di Lavoro e la Direzione Generale per l’Attività Ispettiva hanno collaborato con il Sole 24 ore al Dossier sicurezza - Salute e Sicurezza sui luoghi di lavoro - pubblicato in allegato al Sole 24 ore del 9 novembre 2009.

Un dossier sulle strategie di prevenzione degli infortuni sul lavoro e di promozione dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro.

apri il Dossier (formato .pdf 2,87 Mb)

-

giovedì 10 dicembre 2009

Shigeru Ban nuovo conservatorio e l'auditorium a L'Aquila capace di ospitare 600 persone

Ban - collaboratore, tra l'altro, di un altro grande architetto, Arata Isozaki - aveva disegnato gratis il nuovo conservatorio e l'auditorium capace di ospitare 600 persone. Il progetto era stato persino presentato dal premier giapponese Taro Aso a Silvio Berlusconi al G8 del luglio scorso all'Aquila. Costava 1,5 milioni di euro, 500 mila dei quali già messi a disposizione dal governo giapponese. Al resto ci avrebbe pensato lo stesso Shigeru Ban con la sua ong, la "Voluntary architets network". "Niente da fare, il nuovo conservatorio è stato realizzato in una struttura provvisoria con gara d'appalto gestita dalla Protezione civile, con una spesa quasi tripla rispetto al progetto di Ban, sei milioni di euro", lamenta l'architetto Aldo Benedetti, docente alla facoltà di ingegneria dell'Aquila, delegato a dirigere il progetto di Ban.

Oneri di esercizio e manutenzione delle caldaie Istruzioni

L’efficienza dell’impianto di riscaldamento, in particolare della caldaia, è garanzia di sicurezza ma anche di minori consumi e attenzione all’ambiente.

Le “Istruzioni per il cittadino”, predisposte dal ministero dello Sviluppo economico in collaborazione con le associazioni Adiconsum, Assotermica, CNA, Confartigianato e Federconsumatori vogliono guidare gli utenti nei necessari adempimenti, dall’acquisto della caldaia ai controlli previsti dalla normativa per l’efficienza energetica (decreto legislativo 19 agosto 2005 n.192).



Questi alcuni dei contenuti del Vademecum:
affinché la caldaia comporti minori oneri di esercizio e manutenzione, è necessario che rispetti alcune soglie tecniche di efficienza (marcatura 3 e 4 stelle, come previsto nel decreto legislativo 192/2005).
per quanto riguarda i controlli per l’efficienza energetica, va ricordato che esistono delle tempistiche minime obbligatorie (scadenzario): le regioni possono renderle più stringenti se specificità territoriali lo rendono necessario. Invece la sicurezza e funzionalità dell’impianto e dei suoi componenti sono riportate dal fabbricante nei libretti d’uso e manutenzione.
Per svolgere i controlli per l’efficienza energetica il cittadino deve rivolgersi ad un tecnico abilitato, che esegue tali attività nel rispetto delle regole dell’arte e della normative vigenti (D.M. 37/08). Al termine delle operazioni di controllo ed eventuale manutenzione, il tecnico ha l’obbligo di redigere e sottoscrivere un rapporto, consegnarlo al richiedente e trasmetterne copia all'autorità competente a cui è demandato lo svolgimento degli accertamenti che la Pubblica Amministrazione deve svolgere.

L’utente deve conservare il rapporto congiuntamente al libretto di impianto (impianto autonomo) o di centrale (impianto condominiale). Su questi libretti, che costituiscono una sorta di “carta di identità”dell’impianto di riscaldamento, vengono annotati anche i risultati delle ispezioni svolte dalla P.A.

Servizio di accertamento e ispezione svolto dalla Pubblica Amministrazione

Le Province e i Comuni, con il coordinamento delle Regioni e delle Province autonome di Trento e Bolzano, svolgono gli accertamenti e le ispezioni finalizzati al rispetto delle norme per l’efficienza energetica nell’esercizio e manutenzione degli impianti di riscaldamento. L'operatività dei controlli può essere delegata a enti e organismi esterni qualificati.

Fonte: Ministero dello Svluppo economico

domenica 6 dicembre 2009

L'Ingegnere mai subordinato al Geometra - Cassazione, sentenza n. 19292/2009 e C.N.I. circolare n. 277/2009

La Suprema Corte, nel ribadire alcuni principi noti, conferma
definitivamente che non vi possa essere alcuna forma di
“subordinazione” dell’ingegnere rispetto ai professionisti in possesso di
titolo di studio inferiore (nel caso, quello di geometra). In particolare, la
pronuncia citata ribadisce con nettezza che:


• l’integrale progettazione, compresa quella edilizia e/o architettonica, e
non solo il calcolo e la progettazione strutturale, di costruzioni anche
modeste comportanti l’impiego del cemento armato, rientra nella
competenza esclusiva dell’ingegnere (e dell’architetto);
• la prestazione di progettazione, a prescindere dalla sua articolazione in
fasi distinte, richiede una competenza professionale unitaria
corrispondente alla sua complessità;
• i professionisti con titolo accademico (laurea triennale e/o magistrale)
non possono assumere, nell’espletamento dell’attività professionale di
propria competenza, una posizione subordinata rispetto ai professionisti
in possesso del solo diploma.
NOTA CNI e SENTENZA

PROGRAMMI GRATIS

Notizie

News edilizia&energia

Risparmio energetico: pubblicate le UNI/TS 11300 sulle prestazioni energetiche degli edifici
fonte UNI
__________________________________________
Tutta la documentazione di approfondimento, compresi i decreti ministeriali attuativi delle Finanziarie 2007 e 2008 con le istruzioni dettagliate per fruire degli incentivi. Le risposte - elaborate a seguito di un attento esame delle Finanziarie e dei decreti attuativi - rappresentano la valutazione degli esperti ENEA
__________________________________________



Roma su google

pagerank

Check Page Rank of any web site pages instantly:
This free page rank checking tool is powered by Page Rank Checker service

ENERGIA SEMPLICE

ENERGIA SEMPLICE
"Energia Semplice" è la finestra che l’Autorità per l’energia elettrica e il gas ha voluto aprire verso il mondo dei consumatori per spiegare cosa cambia con l’arrivo della concorrenza nei mercati dell’elettricità e del gas. Semplici domande e risposte per capire come scegliere al meglio il nostro fornitore di energia e come approfittare dei nuovi diritti conquistati.

ĬĬ© Blogger template The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOPĬĬ