Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da dicembre 27, 2009

ROMA: Il progetto di restauro del Campo Boario

Il Mattatoio e il Campo Boario, un monumento di archeologia industriale
Il complesso del Mattatoio è ubicato nel quartiere Testaccio a ridosso delle mura Aureliane tra il monte dei Cocci, l'antico mons Testaceum, e il Tevere. Viene realizzato in appena tre anni tra il 1888 e il 1891 su progetto di Gioacchino Ersoch, architetto emerito del Comune di Roma già allievo del Valadier.
Restauro e nuovi segni
Il progetto sperimenta il limite estremo della modificazione del patrimonio esistente, sintetizzando tutta l'innovazione possibile in rapporto al contesto storico e alla specificità del sito e dei manufatti. Per il mercato dell'agricoltura biologica e del commercio equo e solidale, per gli sportelli della finanza etica, del turismo responsabile o della comunicazione aperta, per il centro di documentazione ma anche per il bio-bar e il bio-ristorante, il progetto inventa uno spazio del tutto nuovo a partire dalle ossature derelitte degli antichi ricoveri degli animali.

Il lungo…

Piano casa Lazio Interventi in Zone agricole

Chiariamo subito che nella zone "E" dei PRG la cosidetta Zona agricola non si può fare nulla se non quello previsto dall'art. 55 e seguenti della legge regionale n. 38 del 1999.
Se si è coltivatore diretto, imprenditore agricolo o loro eredi allora la legge 21/2009 prevede all'art. 3 l'ampliamento di edifici a destinazione residenziale e il recupero degli edifici esistenti, ma va esclusa anche per coloro i quali rientrino nella categoria di agricoltori come detto sopra di ampliare edifici a destinazione non residenziale e ricorrere alla sostituzione edilizia con demolizione e ricostruzione.

Tali Ultime operazioni in zona agricola non possono essere attuate tramite il piano casa ma solo attraverso i commi 3 e 4 dell'ar. 55 della legge 38/99.
Legge urbanistica 38/99
Inoltre se gli edifici in zona agricola rientrano nel dettato dell'art. 2 della legge 21/09 Immobili di pregio censiti o che siano databili prima del 1930 allora non si possono eseguire neanche gli …

Le TETTOIE e annessi agricoli . Legge 38/99 Regione Lazio

Le tottoie sono da considerarsi a tutti gli effetti degli annessi agricoli anche se l'art. 55 della legge urbanistica della regione lazio non le cita espressamente fra i depositi, i magazzini le rimesse. le stalle e i ricoveri.
L'articolo del resto non si deve intendere come completamente esaustivo con i fabbricati citati, i quali devono invece intendersi come esempi chiarificatori per comprendere meglio la dicitura in senso lato di "annessi agricoli".

Sono da considerare annessi agricoli tutti quei manufatti che determinano una trasformazione del territorio e necessitano per l'attività agricola.
Una tettoia per riparare dalle piogge le balle di fieno (può anche essere di notevoli dimensioni, occupare svariati mq di superficie) non si può considerare che non eserciti una funzione strumentale e non metta in atto una trasformazione del territorio.
Quindi le tettoie vanno considerate delle nuove costruzioni e come tali necessitano del relativo Permesso a costruire (anc…

Il grattacielo più alto del mondo

OLTRE cinquant’anni di distanza da quando fu concepito, il sogno di Frank Lloyd Wright, un grattacielo alto un miglio, 1.600 metri, sta cominciando a diventare realtà. Era il 1956 quando l’architetto americano, già celebrato autore della Casa sulla cascata e del Museo Guggenheim di New York, tracciò il disegno visionario di “The Illinois”, una torre che si sarebbe dovuta alzare per 528 piani nel cielo di Chicago, assottigliandosi gradualmente fino a diventare una specie di scheggia.
approfondisci

ROMA e i "Toponimi" piani di recupero quartieri abusivi

La seconda generazione di piani per zone ex abusive (sorte negli anni '80) prende il nome di "toponimi". Questi ambiti rappresentano in gran parte la crescita dell'edilizia abusiva che si è sviluppata fino al 1994, anno della seconda sanatoria.
I nuclei compresi in questa nuova manovra di risanamento urbanistico ed edilizio sono stati individuati attraverso la Variante delle Certezze (strumento urbanistico che ha preceduto la redazione definitiva del nuovo Piano Regolatore) approvata con Deliberazione del Consiglio Comunale n.92 del 29 maggio 1997 e controdedotta con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 176 del 9 novembre 2000. Un'importante differenza con la precedente sanatoria (relativa alle zone O) riguarda l'iter per la regolarizzazione di tali aree.

Paolo Tomei Ex-quartieri abusivi, la riqualificazione parte dai residenti. Il Consiglio comunale ha approvato all'unanimità la delibera 141/2009 per il recupero urbanistico dei nuclei di edilizia ex ab…

Regione Lazio Fascicolo del fabbricato e Piano Casa

Procedure applicative della legge regionale 21/2009 (Piano Casa) relativamente al fascicolo del fabbricato (art.3 comma 5 lett.b, art.4 comma 4 lett.b, art.20)

Il 4 dicembre 2009 la Giunta ha adottato una proposta di legge per abrogare l'obbligo della redazione del Fascicolo del fabbricato.
Viene richiesto con il seguente Avviso di accettare a tutti i comuni della regione una dichiarazione di riserva a firma del richiedente di presentare la documentazione del fascicolo in un secondo momento, non appena sarà chiarito il problema sorto fra Governo e Regione.