Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da febbraio 7, 2010

Regione UMBRIA: Cerificazione di sostenibiltà ambientale degli edifici

Uno degli elementi che maggiormente caratterizzano la legge è il procedimento di certificazione della compatibilità ambientale degli edifici, attivabile dai cittadini su base volontaria ed obbligatorio per gli interventi pubblici. Il livello di sostenibilità del fabbricato viene determinato utilizzando il Disciplinare tecnico approvato con D.G.R. 1322/09. Inoltre, per gli interventi sottoposti a certificazione, la legge prevede azioni di sostegno e incentivazione messe in atto sia dalla Regione che dagli Enti locali attraverso l'adozione di strumenti di agevolazione fiscale e finanziaria, nonchè l'assunzione di criteri di priorità in sede di finanziamento di programmi e progetti edilizi ed urbanistici. A questa situazione, che già veniva delineata nella L.R. 17/2008, si è aggiunta la L.R. 13/2009 che assegna i bonus volumetrici previsti dal "Piano Casa" a quegli edifici, nei casi di nuova realizzazione e di interventi di recupero, che si vedono attribuire in sede pr…

Regole certe chiare e soprattutto corte in edilizia

L’idea che si debbano gestire le opere di grande importanza per le nostre città e per il nostro paese come se fossero delle calamità naturali, la dice lunga su come sia intesa l’architettura oggi in Italia, e a quali rischi possa andare incontro se male dirette e controllate. Le esigenze di questo paese non sono solo quelle di realizzare rapidamente alcune opere simboliche, a volte nell’interesse di pochi, di scarso impatto sulla vita della stragrande maggioranza dei cittadini, che riceverebbero invece grandi benefici se l’architettura e l’urbanistica fossero programmate e gestite con regole chiare e certe. L’emergenza che ci troviamo ad affrontare adesso è la riconquista della professionalità come categoria civile, per guardare in faccia il futuro senza inseguire ingannevoli chimere" conclude il Consiglio dell'Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori di Firenze.

Architettura e nuovo Barocco delle archistar

Si è parlato di un nuovo barocco.
«È una semplificazione stilistica. L’architettura non si può leggere in termini solamente stilistici, perché è la testimonianza più complessa della società umana: e i valori sociali non sono manipolabili più che tanto. Tecnica e architettura hanno avuto per 2000 anni un rapporto piuttosto stabile: l’architetto andava con l’ingegnere, le loro discipline erano nate nello stesso ambito. Ora la scienza dell’informazione arriva da tutt’altra parte e consente ogni tipo di esasperazione, dalla modificazione del clima all’enfasi sulla sicurezza».

NUOVI LIMITI PER IL 55%

E’ stato firmato ed è in fase di pubblicazione un nuovo decreto del Ministero dello Sviluppo Economico riguardante le detrazioni fiscali del 55% per le spese sostenute nel 2010.
Solo su alcuni punti chiarificatore, per altri il decreto aumenta la confusione nel professionista e nelle aziende che hanno puntato su questa opportunità.

Scarica la sintesi ANIT sull'argomento.

Presa diretta Case da pazzi

Dalla trasmissione presa diretta Progetto Architetto Sotgias, cosa si potrebbe fare se si investissero i soldi in modo corretto e non dilapidandolo in favore di amici e di amici degli amici.


In “Case da pazzi”(in onda il 31 gennaio). Mettersi un tetto decente sulla testa? Impossibile. Trovare casa a un prezzo compatibile con gli stipendi di oggi sarebbe un miracolo. Riccardo Iacona e la sua squadra rivelano i nodi del dramma di troppi: cartolarizzazioni che escludono dal mercato le fasce deboli, le occupazioni dei disperati, l’edilizia popolare colpevolmente malgestita, politiche inesistenti per l’edilizia a prezzi concordati rendono il problema insolubile con le normative vigenti.

Paesaggio toscano partecipato

Firenze Castelnuovo Berardenga, Cortona, Orbetello, Piombino e Prato sono le cinque sedi del primo town meeting italiano sul paesaggio, che si svolgerà il prossimo 6 febbraio in Toscana. In queste cinque città toscane, paesaggisticamente emblematiche per i valori rurali e urbani del loro territorio, 150 cittadini estratti a sorte in ogni comune coinvolto saranno chiamati a discutere sui caratteri più importanti di un paesaggio, quelli da proteggere o da ricostruire e su che cosa fare per preservare (o ricostruire) la qualità del paesaggio in Toscana.

PEREQUAZIONE e urbanistica rischio fallimento

PEREQUAZIONE COMPENSAZIONE INCENTIVAZIONE
NELLA L.R. LOMBARDIA 12/05
Un campanello d’allarme per l’urbanistica. Lo fa risuonare l’associazione dei proprietari d’immobili, Assoedilizia, dopo la sentenza del Tar Lazio che ha annullato il meccanismo della perequazione inserito nel Piano regolatore del Comune di Roma. Un precedente che, secondo Assoedilizia, potrebbe pregiudicare in teoria anche l’analogo meccanismo del Piano di governo del territorio di Milano

Resto del post