Cerca nel blog

mercoledì 1 settembre 2010

Deregulation paesaggistica (?)

Pubblicato il Dpr 139/2010 che agevola l'esame delle domande di autorizzazione paesaggistica. Corsia rapida per piccoli lavori. Risposta obbligatoria entro sessanta giorni dalla presentazione dell'istanza.
La sostanza è quella di un termine ultimativo di 60 giorni per ottenere una risposta definitiva dalla pubblica amministrazione interessata (il più delle volte il comune), all'interno dei quali è contenuto anche il tempo per il parere della soprintendenza. Si tratta di termini molto stretti e che prevedono tra l'altro il salto di uno dei passaggi più criticati: quello della conferenza di servizi obbligatoria, che veniva accusata di essere all'origine dei rallentamenti in quanto, al momento della convocazione, mancavano spesso dei componenti.
Più prosaicamente, è evidente che nella grande maggioranza dei casi la soprintendenza non potrà rispondere nei 25 giorni a sua disposizione. Così la palla tornerà all'amministrazione (quasi sempre il comune) che emetterà il provvedimento di diniego o accettazione, magari anche nei tempi previsti ma, di fatto, decidendo da sola.

PERIFERIE: RIFARE LE CITTÀ

"Rifare le città d'Italia togliendo le brutture ha un'importante funzione sociale ed economica". E' quanto sostiene Dino Piacentini, presidente dell'Aniem, l'Associazione nazionale delle pmi edili aderente alla Confapi, che vede negli interventi di demolizione delle periferie italiane degradate un' opportunità di rilancio per il paese. "Gli interventi di ricostruzione - prosegue Piacentini dopo le parole del sindaco di Roma Gianni Alemanno e le dichiarazioni del sindaco Moratti - darebbero un forte impulso all'economia e sarebbero un toccasana per il settore edilizio, un sollievo dalla crisi". L'Aniem chiede quindi "una nuova normativa, che consenta agli amministratori locali di decidere in base alle esigenze delle singole realtà, ma con determinate condizioni: risparmio energetico, moderne tecnologie e sviluppo verticale, così da liberare il più possibile le aree sociali e non consumare ulteriore territorio".Secondo Piacentini infatti "è fondamentale destinare grande spazio alle aree comuni, costruendo superfici socialmente utilizzabili come parchi, giardini, servizi di quartiere.
L'Italia ha bisogno di proposte innovative, ed è necessario utilizzare le moderne tecnologie per un'edilizia sostenibile, che preveda case con pannelli solari e pale eoliche". Per questo l'Aniem lancia un appello agli architetti, chiedendo "progetti innovativi, che darebbero ulteriore respiro al settore. Sono infatti di pochi giorni fa i dati sempre più allarmanti della crisi. L'attività edilizia e' sprofondata a -18,1% rispetto ai livelli pre-crisi e ora, accanto alla stretta del credito, e' allarme per l'allungamento fino a 90 giorni dei ritardi dei pagamenti". "Si tratterebbe di una scommessa molto importante - conclude Piacentini - ma che vale la pena di giocare. Le periferie italiane pullulano di veri e propri ecomostri, edifici invivibili e a volte pericolosi. Rivoluzioniamo l'urbanistica per dare una nuova immagine alle periferie italiane, consentire un recupero sociale e dare il via a un rilancio economico".

domenica 29 agosto 2010

Rapporto Immobiliare 2010 – Settore residenziale

E’ stato pubblicato il Rapporto Immobiliare 2010 dedicato al settore residenziale, che fornisce dati e analisi relativi alla composizione e alle dinamiche del mercato immobiliare italiano delle abitazioni nel 2009.Comunicato stampa Rapporto immobiliare 2010 settore residenziale

Il Codice dei beni culturali e del paesaggio

G.U.R.I.- Serie Generale (SO) 24 febbraio 2004 n. 28
E' il principale riferimento legislativo che attribuisce al Ministero per i Beni e le Attività Culturali il compito di tutelare, conservare e valorizzare il patrimonio culturale del nostro Paese è il decreto legislativo numero 42 del 22 gennaio 2004 Codice dei beni culturali e del paesaggio,
- ai sensi dell'articolo 10 della legge numero 137 del 6 luglio 2002
- così come modificato dal D. Lgs. 24 marzo 2006, n. 156 e D. Lgs. 24 marzo 2006, n. 157 nonché dal D. Lgs. 26 marzo 2008, n. 62 e D. Lgs. 26 marzo 2008, n. 63

Scarica il file, in formato PDF per la versione completa (rivista 2008) del Codice dei beni culturali e il paesaggio (1287Kb)

PROGRAMMI GRATIS

Notizie

News edilizia&energia

Risparmio energetico: pubblicate le UNI/TS 11300 sulle prestazioni energetiche degli edifici
fonte UNI
__________________________________________
Tutta la documentazione di approfondimento, compresi i decreti ministeriali attuativi delle Finanziarie 2007 e 2008 con le istruzioni dettagliate per fruire degli incentivi. Le risposte - elaborate a seguito di un attento esame delle Finanziarie e dei decreti attuativi - rappresentano la valutazione degli esperti ENEA
__________________________________________



Roma su google

pagerank

Check Page Rank of any web site pages instantly:
This free page rank checking tool is powered by Page Rank Checker service

ENERGIA SEMPLICE

ENERGIA SEMPLICE
"Energia Semplice" è la finestra che l’Autorità per l’energia elettrica e il gas ha voluto aprire verso il mondo dei consumatori per spiegare cosa cambia con l’arrivo della concorrenza nei mercati dell’elettricità e del gas. Semplici domande e risposte per capire come scegliere al meglio il nostro fornitore di energia e come approfittare dei nuovi diritti conquistati.

ĬĬ© Blogger template The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOPĬĬ