Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da gennaio 22, 2012

Liberalizzazioni il commento di alcuni presidenti degli ordini degli architetti

«Se si vuole far crescere il Paese, il problema non è certo la riforma ordinistica. Serve piuttosto una politica e un piano che ridiano senso alla gestione del territorio. Di progettazione non si parla più e non c'è più modo di farla, questo è il problema».


Amedeo Schiattarella, presidente dell'Ordine degli architetti di Roma, ha pubblicato un appello sui giornali per dire che «non difendiamo gli ordini professionali così come sono», ma anche che bisogna tornare a «fare architettura». «Chi ha il compito di progettare le trasformazioni fisiche del territorio è depositario di una forte responsabilità etica nei confronti della società». E nel decreto liberalizzazioni, come nelle polemiche degli ultimi mesi e nel ritorno della questione della competizione tra società professionali e società di capitale, Schiattarella vede lo scontro fra due modelli culturali di architettura nell'era del mercato globale: il modello dell'Europa continentale «che ha una base culturale densa, l…

Decreto LIBERALIZZAZIONI

Entra in vigore il decreto legge sulle liberalizzazioni (Disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture e la competitività). Il testo, firmato dal presidente della Repubblica e composto da 98 articoli, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, in vigore già da oggi – dovrà essere convertito in legge ordinaria nei prossimi 60 giorni. Riguardo ai professionisti, confermate le norme annunciate in precedenza; Il Decreto liberalizzazioni o "Cresci Italia" abolisce da subito le tariffe professionali e obbliga i professionisti ad assicurarsi e a concordare in forma scritta e dettagliata il compenso per la loro prestazionema il preventivo scritto del professionista al cliente è solo su richiesta.
Capo III Servizi professionali
Art. 9 Disposizioni sulle professioni regolamentate

1. Sono abrogate le tariffe delle professioni regolamentate nel sistema ordinistico. 2. Ferma restando l'abrogazione di cui al comma 1, nel caso di liquidazione d…