Cerca nel blog

venerdì 13 agosto 2010

Pierluigi NERVI: L'architetto che ricostruì l'Italia

"Mio nonno aveva un'altissima concezione del ruolo del costruttore, e del ruolo che questa figura può svolgere in seno alla società. Per lui massima era l'importanza della sua funzione al servizio della collettività, concezione dalla quale credo derivasse la sua grande integrità morale ed intellettuale. Credo quindi che la sfida su ogni progetto per Pier Luigi Nervi fosse sempre rappresentata dall'ottenere massima solidità, funzionalità, economia, rapidità di esecuzione, criteri tutti che indissolubilmente facevano parte del suo linguaggio progettuale. Ma la sfida maggiore rimaneva sempre e comunque il coniugare tutti questi parametri in una forma architettonica purissima, dove linguaggio estetico e struttura si fondevano in un unicum armonioso". Vedi

giovedì 12 agosto 2010

La Scia della Dia

La SCIA sostituisce la DIA in tutte le norme nazionali e regionali nelle quali risulta citata. Quindi la DIA è stata del tutto annullata. Inizialmente la SCIA doveva essere utilizzata solo da chi intendeva iniziare una attività imprenditoriale o commerciale. Ma nel corso della discussione in Parlamento, il Governo ha ritenuto applicabile la SCIA anche all'edilizia. La cosa non è del tutto chiara. E' possibile che prossimamente saranno emanate precisazioni in merito, anche a seguito di iniziative di alcune Regioni che sono contrarie o perplesse per l'applicazione della SCIA all'edilizia. Ma al momento, l'indicazione del Governo fa testo.

La fine della DIA avviene a distanza di pochi mesi da un lungo dibattito sulla semplificazione della manutenzione straordinaria, che si era concluso con la approvazione della legge 22.5.2010 n.73, che all'art.5 ha abolito la DIA per i lavori di manutenzione straordinaria negli edifici esistenti che non interessino le strutture portanti.

La Segnalazione di inizio di attività sostituisce ogni autorizzazione il cui rilascio dipenda esclusivamente da accertamento di requisiti. Inoltre non si applica in presenza di vincoli ambientali, paesaggistici o culturali. La Segnalazione deve essere integrata dalle attestazioni e asseverazioni di tecnici abilitati, corredate dagli elaborati tecnici necessari per consentire le verifiche di competenza dell'amministrazione. I pareri di enti sono sostituiti da autocertificazioni, salvo le verifiche successive degli enti.

L'attività può essere iniziata subito. L'amministrazione ha 60 giorni per contestare la regolarità della Segnalazione e fermare i lavori. Decorsi i 60 giorni, può intervenire solo in presenza di gravi danni per il pubblico interesse. VEDI

domenica 8 agosto 2010

Piano Casa Lazio situazione dopo un anno

A UN ANNO DAL VARO

La norma. La legge sul piano casa è stata approvata dalla Regione nell'agosto 2009. Consente, tra l'altro, l'ampliamento degli edifici residenziali fino a un massimo di 62,5 metri quadri. Le domande sono presentabili dal 4 dicembre 2009
Correttivi antisismici. Ogni ampliamento in zona sismica richiede lavori d'adeguamento dell'intero edificio alla normativa antisismica, oltre al rispetto dei criteri della bioedilizia
20% - Bonus ampliamento. Sono allargabili solo le villette che non superano i mille metri cubi
35% - Bonus demolizioni. Previsto per chi abbatte e ricostruisce edifici di qualsiasi metratura
18 - Le domande. Sono quelle di ampliamento presentate a Roma a metà aprile 2010
4 dicembre 2011 - Il termine. È la data entro cui si possono presentare dichiarazioni di inizio attività o i permessi di costruire
I tempi. Gli esperti dell'assessorato entro l'estate dovrebbero completare il primo lavoro di revisione.

La Polverini cambia il piano casa. I tecnici ragionano su meno vincoli e un aumento dei premi di cubatura. E il comparto tiene.

Il piano casa del Lazio cambia pelle. I tecnici regionali stanno studiando le modifiche. I ritocchi dovrebbero riguardare gli adeguamenti alla normativa antisismica, la platea di beneficiari degli ampliamenti nelle zone agricole e il bonus cubature per gli interventi di demolizione e ricostruzione. Intanto le imprese edili ancora in difficoltà nel 2010, con qualche timido segnale di ripresa.

IN GIUNTA A FINE LUGLIO 2010 - «Serviva un progetto d'urgenza per un settore che vale un terzo dell'economia locale»
1.000 mc - Limite superato. Possibili ampliamenti anche in edifici che superano questa cubatura
100% - Bonus costruzione. Per chi demolisce in aree di pregio, come il litorale
36 mesi - La nuova finestra. Il tempo a disposizione per presentare le nuove domande

PROGRAMMI GRATIS

Notizie

News edilizia&energia

Risparmio energetico: pubblicate le UNI/TS 11300 sulle prestazioni energetiche degli edifici
fonte UNI
__________________________________________
Tutta la documentazione di approfondimento, compresi i decreti ministeriali attuativi delle Finanziarie 2007 e 2008 con le istruzioni dettagliate per fruire degli incentivi. Le risposte - elaborate a seguito di un attento esame delle Finanziarie e dei decreti attuativi - rappresentano la valutazione degli esperti ENEA
__________________________________________



Roma su google

pagerank

Check Page Rank of any web site pages instantly:
This free page rank checking tool is powered by Page Rank Checker service

ENERGIA SEMPLICE

ENERGIA SEMPLICE
"Energia Semplice" è la finestra che l’Autorità per l’energia elettrica e il gas ha voluto aprire verso il mondo dei consumatori per spiegare cosa cambia con l’arrivo della concorrenza nei mercati dell’elettricità e del gas. Semplici domande e risposte per capire come scegliere al meglio il nostro fornitore di energia e come approfittare dei nuovi diritti conquistati.

ĬĬ© Blogger template The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOPĬĬ