Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da settembre 27, 2009

Osservatorio Mercato Immobiliare 2009

Pubblicata la nota sul Mercato Immobiliare nel 2009 - secondo trimestre
E' disponibile sul sito internet dell’Agenzia del Territorio la Nota trimestrale, che fornisce una breve sintesi sull’andamento dei volumi delle compravendite effettuate in Italia nel corso del 2° trimestre 2009, messi a confronto con i dati dello stesso periodo nel 2008.
scarica la nota in fdf

LINEE GUIDA NAZIONALI PER LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DM 26/06/2009 – Attuazione del DLgs 192/05 - Sintesi ANIT

1. INTRODUZIONE
Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 10 luglio 2009 il DM 26/06/2009 sancisce la piena
attuazione della Direttiva 2002/91/CE- art. 7 e del DLgs 192/05- art. 4 comma 1 con
riferimento alla certificazione energetica degli edifici ed entra uf ficialmente in vigore il
25 luglio 2009.
Il decreto si compone di 8 articoli e di 2 allegati: le Linee Guida Nazionali per la
cert i ficazione energetica sono contenute nell’Allegato A (e sono suddivise a loro volta in
7 allegati), mentre nell’Allegato B sono elencate e aggiornate le norme tecniche di
riferimento.
Scarica la sintesi in pdf

Roma: SI al Prg dal Consiglio di Stato

Il Comune di Roma non era obbligato a riportare in Consiglio il Prg nonostante le modifiche apportate in sede di Conferenza di copianificazione perché non si trattava di variazioni «sostanziali» al Piano. Sarebbe stato superfluo e contrario ai principi della semplificazione dei passaggi normativi, principio per cui era nato il tavolo inter-territoriale. Non si riscontrerebbe, inoltre, in questo mancato passaggio, nessun vizio formale. La procedura di approvazione del Piano è la stessa, "ordinaria", sia per Roma che per gli altri Comuni del Lazio. La Giunta Veltroni, dunque, fece bene a mettere il turbo all'approvazione del Piano avvenuta a febbraio del 2008; modificando in corsa e finendo di complicare - aggiungiamo noi - le norme tecniche del Piano regolatore generale. Queste, riassumendo in parole povere, le motivazioni contenute nel documento di 15 pagine depositato lunedì dai Giudici della Quarta sezione del Consiglio di Stato. Una sentenza che di fatto ribalta quell…

In futuro le nuove case saranno a prova di radon

Presto tutte le nuove case potrebbero essere costruite rispettando le misure di prevenzione che consentano di evitare il rischio di esposizione al radon, il gas inodore e insapore naturalmente presente nel sottosuolo, che penetra negli appartamenti e che provoca un incremento di rischio di tumore polmonare molto alto anche per esposizioni relativamente basse, oltre ad avere una forte sinergia con gli effetti del fumo di sigaretta.

Lo ha annunciato il ministro del lavoro e delle politiche sociali, Maurizio Sacconi, il 21 settembre scorso, quando l'Istituto superiore di sanità ha presentato a Roma nel pressoché totale silenzio dei media il rapporto WHO Handbook on radon: a public health perspective, la cui presentazione è avvenuta in contemporanea in soli 4 paesi Usa, Germania, Irlanda, Italia.

Il World health organization aveva chiesto all'Iss che con i suo esperti ha contribuito alla stesura del rapporto, di organizzare la presentazione in Italia. E proprio in questa occasion…

Passaporto formativo per chi lavora nell'edilizia

Presentate il 22 settembre a Roma, in occasione dell'apertura delle giornate per la formazione nell'edilizia organizzate da INAIL, Formedil (Ente nazionale per la formazione e l'Addestramento professionale nell'Edilizia), Ministero del Lavoro e Conferenza Stato-Regioni, le iniziative per tutti i nuovi lavoratori edili: un corso di formazione obbligatorio di 16 ore e un libretto di formazione, una sorta di "passaporto" che certifica il profilo professionale. L'iniziativa fa parte delle strategie previste dal contratto nazionale del settore. Ogni impresa del settore edile dovrà fare partecipare preventivamente il proprio nuovo personale ad uno specifico corso di base, da una parte, per contrastare il sommerso e, dall'altra, per ridurre il numero di infortuni. Il corso sarà gratuito per l'azienda e si svolgerà all'interno delle scuole edili nazionali. Secondo quanto stabilito dall'intesa, già operativa in fase sperimentale, tutti gli operai c…

Impianto fotovoltaico dalla A alla Z

Il sole 24 ha pubblicato un vademecum sull'impianto fotovoltaico organizzandolo in ordine alfabetico, lo trovo molto efficace per chi vuole avere una panoramica completa e per certi versi anche di dettaglio (riferimenti con link per approfondimenti).
qui inserisco solo la lettera "A", A come assicurazioni, gli impianti finanziati con mutuo bancario sono tutti obbligatoriamente coperti da assicurazione. Assicurazioni che anche per impianti con investimenti in proprio sono sempre proposti dalle imprese installatrici.
A
Assicurazioni
Sul mercato sono presenti assicurazioni che coprono i rischi legati agli eventi naturali, guasti o danni di terzi. Spesso la sottoscrizione di una polizza assicurativa è richiesta dalle banche per concedere il finanziamento di un impianto fotovoltaico. Il premio dell'assicurazione è nell'ordine dei 10-20 euro annui per kWp installato (in media 30-60 euro all'anno per un impianto domestico).
Una formula diffusa è quella "all risks&…

La Finanziaria 2010: No al 55% delle detrazioni fiscali per il risparmio energetico?

Da quanto si apprende leggendo varie info pubblicate nei siti e blog sembrerebbe che non si potrà più richiedere le detrazioni fiscali del 55% per lavori in edilizia indirizzati al risparmio energetico.
Secondo Realacci, responsabile ambiente del PD: «Il bonus del 55% è stata una misura che ha ottenuto degli effetti ingenti e importanti. Lo hanno utilizzato centinaia di migliaia di famiglie e ha messo in moto un volano di affari superiore ai 3 miliardi di euro che ha favorito l'emersione del sommerso e l'attivazione di una nuova economia.
È un colpo anche per il sistema delle piccole e medie imprese».
per quanto ne so, il colpo ad usufruire del 55% lo si è già dato quando si voleva rendere obbligatoria la richiesta al bonus preventiva, cioè quando si pensava di stabilire un tetto finanziabile superato il quale le domande in eccesso non sarebbero più state agevolate dal "bonus". Accantonata l’ipotesi del tetto massimo, l’istanza all’Agenzia delle Entrate è stata trasfor…

DEROGHE SULLE DISTANZE DAI CONFINI - D.Lgs. n. 115 del 30 maggio 2008

Premi volumetrici per pareti e solai (Art. 11 - Comma 1, 2)
Uno degli aspetti più rilevanti del nuovo provvedimento legislativo è indubbiamente l'introduzione di bonus volumetrici e deroghe sulle distanze minime dai confini condizionati tuttavia al raggiungimento di determinati livelli di efficienza energetica.
In particolare, negli edifici di nuova costruzione, lo spessore delle murature esterne, delle tamponature o dei muri portanti, superiori ai 30 centimetri, il maggior spessore dei solai e tutti i maggiori volumi e superfici necessari ad ottenere una riduzione minima del 10% dell'indice di prestazione energetica previsto
dal D.Lgs. 192/2005 e successive modificazioni, certificata con le modalità di cui al medesimo decreto legislativo, non sono considerati nei computi per la determinazione dei volumi, delle superfici e nei rapporti di copertura, con riferimento alla sola parte eccedente i 30 centimetri e fino ad un massimo di ulteriori 25 cm per gli elementi verticali e di co…

Piano casa VENETO: Legge regionale 8 luglio 2009, n. 14 (BUR n. 56/2009)

INTERVENTO REGIONALE A SOSTEGNO DEL SETTORE EDILIZIO E PER FAVORIRE L’UTILIZZO DELL’EDILIZIA SOSTENIBILE E MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 12 LUGLIO 2007, n. 16 IN MATERIA DI BARRIERE ARCHITETTONICHE

Art. 1 - Finalità.
Art. 2 - Interventi edilizi.
Art. 3 - Interventi per favorire il rinnovamento del patrimonio edilizio esistente.
Art. 4 - Interventi per favorire la riqualificazione degli insediamenti turistici e ricettivi.
Art. 5 - Interventi per favorire l’installazione di impianti solari e fotovoltaici.
Art. 6 - Titolo abilitativo edilizio e procedimento.
Art. 7 - Oneri e incentivi.
Art. 8 - Elenchi.
Art. 9 - Ambito di applicazione.
Art. 10 - Ristrutturazione edilizia.
Art. 11 - Interventi a favore dei soggetti disabili.
Art. 12 - Modifiche all’articolo 10 della legge regionale 12 luglio 2007, n. 16 “Disposizioni generali in materia di eliminazione delle barriere architettoniche”.
Art. 13 - Dichiarazione d’urgenza.
Scarica la legge in formato rtf

Regione Venete: Piano casa Circolare esplicativa

Circolare esplicativa della Regione sul Piano Casa. Marangon ai Comuni: ora non ci sono più alibi
La giunta di palazzo Balbi ha dirama to, a firma del governatore Giancarlo Galan, la tanto invo cata «circolare esplicativa» del la legge a sostegno del settore delle costruzioni, approvata lo scorso luglio dal consiglio re gionale. È esplicativa, la circo lare, poiché affronta nel detta glio i principali dubbi affiorati in questi mesi negli uffici tecni ci comunali (e anche negli stu di professionali di architetti, ingegneri e geometri), fornen do agli interessati un’indicazio ne pratica per la corretta appli cazione del Piano. Pertanto, i Comuni ora do vrebbero procedere senza ulte riori incertezze all’adozione della legge per la parte di loro competenza: quelli che l’han no già fatto sono soltanto alcu ne decine, ma c’è tempo fino al 30 ottobre.

Tutti i dubbi La casistica dei quesiti irri solti, cui la circolare regionale ha fornito una risposta, era am pia e variegata. Il Piano casa, i…

Pronto? Ho fame

Lo so l'argomento di questo post non ha nulla che riguarda informazioni riportate su questo blog ma non potevo non segnalarlo perchè la notizia in se è ben presentata è completa per capire il fenomeno ma la vignetta di Mauro Patorno è superba sia nella sintesi: due parole Pronto ho fame che nel disegno.

Nelle campagne intorno ad Hyderabad, nell'India centrale, una piccola rivoluzione ha rovesciato, nel giro di pochi anni, rapporti di potere secolari. I veri padroni, fino a ieri, erano gli intermediari, i grossisti che compravano i raccolti di riso e grano da centinaia di migliaia di piccoli contadini, per poi rivenderli in città.

A che prezzo compravano? A quello che gli stessi grossisti assicuravano essere giusto, in quelle condizioni di mercato. Del resto, come avrebbero potuto controllare i contadini? Con una telefonata, certo, ma il buon, vecchio telefono non è mai arrivato in quelle campagne: nel mondo, dice la World Bank, in tutto ci sono un miliardo di linee telefoniche …