Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da ottobre 25, 2009

Il nucleare a Montalto di Castro

Sabato 31 ottobre giornata di mobilitazione nazionale contro il nucleare a Montalto di Castro. Appuntamento in piazza Giacomo Matteotti dalle ore 9 alle 14. Dobbiamo essere in tanti, abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti per costruire una fitta rete di controinformazione.

Per annientare le bugie atomiche del Governo, PARTECIPATE!

“Sulle localizzazioni delle centrali decideranno gli enti locali e le popolazioni, non il governo”
Il ministro Scajola soffre forse di amnesia. Dimentica infatti che la legge Sviluppo, approvata dal Parlamento italiano nel luglio 2009, delega il governo a utilizzare il potere sostitutivo e l’esercito in caso di mancata intesa tra gli enti locali per la localizzazione delle centrali. L’amnesia del ministro del governo decisionista in carica aumenta in prossimità delle scadenze elettorali. Ha forse paura di perdere consenso?


“Il nucleare garantirà la diversificazione delle fonti energetiche”
Il contributo dell’atomo alla riduzione dei consumi di gas sarebbe insign…

Rettifica Piano casa Lazio Edifici esistenti

Sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio n. 38 del 14/10/2009 è stata pubblicata una rettifica alla L.R. 21/2009 di attuazione del cosiddetto Piano Casa.

Art. 5
(Interventi di recupero degli edifici esistenti)

1. In deroga alle previsioni degli strumenti urbanistici ed edilizi comunali vigenti, sono consentiti, previa acquisizione del titolo abilitativo di cui all’articolo 6:
a) interventi di recupero per fini residenziali dei volumi accessori degli edifici di cui all’articolo 2, comma 1, (2) a destinazione residenziale per almeno il 75 per cento e con volumetria non superiore a 1000 metri cubi, limitatamente al 20 per cento del volume o della superficie, fino ad un massimo di 200 metri cubi ovvero di 62,5 metri quadrati;
b) interventi di recupero di parti accessorie degli edifici di cui all’articolo 2, comma 1, (2) a destinazione prevalentemente residenziale, ubicati in zone destinate urbanisticamente all’agricoltura, a favore del coltivatore diretto e dell’imprenditore agricolo, così…

DOCFA 4 PER LA DICHIARAZIONE DELLE UNITA’ IMMOBILIARI URBANE AL CATASTO EDILIZIO URBANO

ADOZIONE DELLA PROCEDURA DOCFA 4 PER LA DICHIARAZIONE DELLE UNITA’ IMMOBILIARI URBANE AL CATASTO EDILIZIO URBANO
Dal 19 ottobre, per la dichiarazione delle unità immobiliari al Catasto Edilizio Urbano, è disponibile la procedura Docfa (Documenti Catasto Fabbricati) nella versione 4, approvata con provvedimento del Direttore dell’Agenzia del 15 ottobre 2009.
Per consentire ai professionisti un graduale passaggio all’uso della nuova versione, è previsto un periodo transitorio (fino al 30 marzo 2010) durante il quale è consentita ancora la presentazione di documenti di aggiornamento prodotti con la versione precedente (ver. 3.0).
La nuova versione Docfa integra le funzionalità della precedente e migliora la natura dei dati di ingresso nelle banche dati catastali, sia in termini di qualità che di sicurezza.
In particolare, le principali novità concernono:
• l’adozione di un nuovo formato per la presentazione dei documenti inoltrati in via telematica. Il documento è infatti prodotto in formato …

Pannelli fotovoltaici in cantina arriva la pellicola fotovoltaica senza silicio

Superfici fotovoltaiche di spessore invisibile all'occhio umano, applicabili anche su plastica perché prodotte non attraverso l'uso del laser ma per mezzo di un procedimento a freddo. E che dunque potremo trovare su fogli di plastica o in forma di pellicola avvolta come carta da parati. L'ultima delle tecnologie nate nell'Etna Valley promette di innovare il mercato dell'energia: si tratta della tecnica Ppd (Pulsed plasma deposition), utilizzata dal reattore appositamente progettato e costruito da un team di imprese hi-tech di Catania, che consente di ottenere semiconduttori a film sottile, "thin film", utilizzabili in sostituzione dei tradizionali wafer di silicio, molto più costosi e pesanti, nel settore fotovoltaico e in altri dispositivi microelettronici.
continua su ilsole24ore.com

Vendita Archivio VASARI

Dubbi su compravendita Archivio Vasari

In riferimento alle notizie di agenzia e alle dichiarazione del Sindaco di Arezzo, Giuseppe Fanfani, il Ministero per i beni e le attività culturali rende noto che nei mesi scorsi è venuto a conoscenza di un presunto contratto di compravendita riguardante l’archivio Giorgio Vasari. A quanto risulta esso verrebbe alienato – al termine del periodo prescritto dal Codice per i beni culturali ed il paesaggio per l’esercizio del diritto di prelazione - per una cifra esorbitante ad una società russa.
Si tratta di un’operazione che ha evidentemente sollevato presso il Ministero numerose perplessità, non solo per l’enormità della somma pattuita ma soprattutto perché l’archivio Vasari, chiunque ne sia il proprietario, è soggetto ad un vincolo pertinenziale e pertanto non può essere spostato dal luogo in cui attualmente è collocato ad Arezzo. A ciò si aggiunge il fatto che il proprietario dell’archivio è deceduto alcuni giorni fa.
Per questa ragione verrà info…