Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da gennaio 17, 2010

Nuclerare:SOLO DANNI

"Al di fuori di ogni disputa ideologica, bisogna avere il coraggio di dire che la scelta dell’energia nucleare è dannosa da ogni punto di vista": lo dice Stefano Sarti di Legambiente Liguria.
"Non è vero infatti che le centrali nucleari siano sicure: studi approfonditi, ad esempio sulla centrale di Sellafield in Gran Bretagna, hanno evidenziato rilasci in atmosfera di radioattività anche durante il normale funzionamento della centrale (cioè senza incidenti rilevanti) e sono state ad esse collegate il tasso di leucemie e tumori infantili più alti in quella zona che nel resto del paese; dobbiamo considerare poi - continua Sarti - come elementi della sicurezza il problema dello smaltimento delle scorie (che rimangono radioattive per migliaia di anni) e lo stesso smantellamento delle centrali, le cui strutture presentano anch’esse problemi di radioattività.

Resto del post

Obbligo ricorrere a fonti rinnovabili nelle nuove costruzioni dal 1 gennaio 2010 - Rinviato 2011

ATTENZIONE Aggiornamento.
Verrà slittata con molta probabilità al 1° gennaio 2011 la scadenza entro la quale i Comuni dovranno inserire nei propri regolamenti edilizi l'obbligo di installare nei nuovi edifici impianti di energia rinnovabile. La norma è stata inserita nel decreto Milleproroghe, varato dal Senato la scorsa settimana e ora in discussione alla Camera.

La legge n. 14 del 27 febbraio 2009, di conversione del DL Milleproroghe 2008, in G. U. n. 49 del 28 febbraio 2009 differisce al 1° gennaio 2010 la scadenza del 1° gennaio 2009 entro la quale i regolamenti edilizi comunali avrebbero dovuto vincolare il rilascio del permesso di costruire, per gli edifici di nuova costruzione, all’installazione di impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili.
a meno di nuove proroghe i nuovi permessi a costruire dovranno essere rilasciati solo a costruzioni che prevedono l'inserimento di fonti rinnovabili nella costruzioni, fotovoltaico, eolico biomasse.
la regione …

Urbanistica giovane in Toscana

Urbanistica in Toscana, Nencini: “Ascoltare le idee dei giovani architetti”
Il presidente del Consiglio regionale è intervenuto questa mattina alla seconda giornata del convegno sulla qualità dello sviluppo urbano organizzato dall’associazione If Research
Firenze – “La Toscana ha un ottimo passato per quanto riguarda lo sviluppo architettonico delle città, ma un passato recente, collocabile fra la fine dell’Ottocento e il primo Novecento, assai più debole. Questi nuovi architetti stanno oggi pensando a come organizzare in modo diverso le città ed anche se ciò fosse un qualcosa di fine a sé stesso, sarebbe comunque interessante e da valorizzare. Sicuramente questi giovani architetti vanno ascoltati”.
Questo il commento del presidente del Consiglio regionale, Riccardo Nencini, che a fine mattinata è intervenuto alla seconda giornata del convegno sulla qualità dello sviluppo urbano organizzato a Palazzo Bastogi, una delle sedi del Consiglio regionale, dall’associazione If Research composta …

Provincia di Terni: Manuale di ingegneria naturalistica

Il manuale in oggetto, in tal senso, specifica, descrive
e prescrive, in attuazione del PTCP, le tecniche relative agli
interventi manutentivi, a quelli volti alla regimentazione
e rinaturalizzazione dei corsi d’acqua, alla mitigazione degli
impatti legati alla realizzazione di infrastrutture,
al risanamento dei versanti e al recupero ambientale delle aree
degradate da fenomeni naturali o da interventi antropici.
Le tecniche dell’Ingegneria Naturalistica costituiscono
modalità ottimali di intervento da applicarsi su tutto
il territorio provinciale da parte di tutti i soggetti coinvolti
a vario titolo nelle progettazioni e nella pianificazione, al fine
di caratterizzare gli interventi come fattori a basso impatto
ambientale e compatibili con le esigenze di tutela del
paesaggio e dei suoi ecosistemi. L’obiettivo è quindi duplice:
da un lato tutelare, mantenere e conservare le caratteristiche
originarie dei territori, dall’altro ripristinare, ove necessario,
situazioni compromesse a causa di interventi …

Regione Puglia: Architettura e territorio, qualità delle opere

LEGGE REGIONALE 10 giugno 2008, n. 14

“Misure a sostegno della qualità delle opere di architettura e di trasformazione del territorio”.

1. La Regione Puglia riconosce il pubblico interesse dell'ideazione e della realizzazione delle opere di architettura e delle trasformazioni del territorio quali strumenti fondamentali per assicurare la qualità dell'ambiente urbano e rurale, in ossequio alle direttive comunitarie e alla legislazione nazionale e regionale in materia.

2. La qualità delle opere di architettura e di trasformazione del territorio è elemento irrinunciabile dello sviluppo sostenibile volto ad assicurare eguali potenzialità di crescita del benessere tra i cittadini e a salvaguardare i diritti delle generazioni presenti e future a fruire delle risorse del territorio. ...
tutta la legge

Regione Sardegna: Valorizzazione centri storici

L'IMPEGNO DELLA REGIONE. Il programma muove una partita economica complessiva di oltre 120 milioni di euro; la Regione Sardegna interviene con uno stanziamento di 51 milioni e 300 mila euro, i comuni con circa otto milioni e i privati con quasi 61 milioni. L'azione della Regione non si limiterà solo all'erogazione dei finanziamenti per il recupero dei centri storici, ma grazie alla nuova "Collana dei manuali per i centri storici", offrirà gli strumenti per dare un contributo in termini di conoscenza riferita alle tecniche d'intervento anche mediante l'esemplificazione dei processi che tengano conto delle diverse peculiarità dei Comuni.

HAITI ancora terremoto

ROMA - Ancora paura ad Haiti dove la terra continua a tremare. Una scossa di magnitudo 6.1 ha fatto ripiombare i superstiti nell'incubo del sisma del 12 gennaio: la gente si è riversata in strada e moltissimi edifici già lesionati sono crollati.

Areoporto di Roma Urbe

L'aeroporto di Roma-Urbe, inaugurato nel 1928 con il nome di aeroporto del Littorio, con destinazione civile (la prima progettazione prevedeva anche la possibilità di farne una base di idrovolanti, ai quali era stato riservato un tratto del Tevere), fu negli anni trenta la base dell'Ala Littoria, la prima compagnia di bandiera italiana. Al suo interno venne allestita anche una pista automobilistica, nota come autodromo del Littorio, su cui vennero disputate le edizioni 1931 e 1932 del Reale premio di Roma[1].

Martedì 19 gennaio 2010 è stata inaugurata una struttura fondamentale quale l’Aeroporto Roma Urbe, nato nel 1928, che consente di guardare al futuro della città con fiducia ed entusiasmo. “Si tratta – secondo Cristiano Bonelli, Presidente del IV Municipio e presente all’inaugurazione del nuovo terminal – di una importante occasione di sviluppo sia per il Municipio che per la città. “A livello locale però – ha proseguito Bonelli – è bene sottolineare come il nostro sia l’un…

Le leggi per il governo del territorio in Lombardia

l.r. 11 marzo 2005 n.12
La legge 12/05 detta le norme di governo del territorio lombardo, definendo forme e modalità di esercizio delle competenze spettanti alla Regione e agli enti locali

l.r. 10 marzo 2009 n. 5
La legge, insieme ad altre disposizioni, ha apportato alcune modifiche e integrazioni alla l.r. n. 12/2005, legge di governo del territorio

Approvazione piano territoriale regionale della Lombardia

Il Consiglio Regionale ha adottato con deliberazione n.874 del 30 luglio 2009 il PTR, principale strumento di governance regionale. Si apre ora l’iter che porterà alla definitiva approvazione del Piano secondo le procedure di cui all’art.21 della l.r 12/05.
Il 19 gennaio 2010 il Consiglio Regionale ha approvato il “Piano Territoriale Regionale” che è di fondamentale importanza per lo sviluppo del territorio regionale e per la salvaguardia del paesaggio.

On line il video che illustra il percorso di costruzione del Piano Territoriale Regionale, le logiche sottese al Piano, i principali contenuti e la relativa Valutazione Ambientale

Auditorium di Oscar Niemeyer a Ravello (Costa amalfitana)

NAPOLI - L’Auditorium di Ravello, quella nuvola delicatissima che si integra perfettamente con lo scenario più emozionante del Mediterraneo, è stato costruito in quaranta mesi - 72, invece, se li è presi la burocrazia sulla quale ha soffiato il fuoco malefico dei veti incrociati della politica e degli esclusi
un parere
Ravello, costiera amalfitana. A pochi giorni dalla fine dei lavori e a poco più di un mese, mentre si discute sulla gestione della principale opera della costa d'Amalfi, continuano a girare articoli su riviste di architettura sull'auditorium. In questo ci si chiede se l'auditorium potrebbe essere riconosciuto da Niemeyer...


Resto del post

CONTO ENERGIA - FOTOVOLTAICO: GSE - 2009

Considerando le ulteriori comunicazioni che perverranno al Gse nelle prossime settimane relative agli impianti entrati in esercizio prima del 31 dicembre 2009, si stima che la potenza fotovoltaica cumulativa in esercizio in Italia a fine 2009 con il Conto Energia superera' i 900 MW. Il Gse prevede inoltre che il tetto di potenza fotovoltaica dei 1.200 MW incentivabili dal decreto del 19 febbraio 2007 verra' raggiunto nel mese di luglio 2010. Il Gse ricorda che potranno essere ancora incentivati gli impianti che entreranno in esercizio nei 14 mesi successivi alla data di raggiungimento di tale tetto.

Relazione Paesaggistica NUOVE procedure

Nuove procedure paesaggistiche dal 1°gennaio 2010 - Enti Locali idonei

Con il 1 ° gennaio 2010 entrano in vigore le nuove procedure paesaggistiche (v. schema allegato) stabilite dall’art. 146 del D. Lgs. 42/2004 “Codice dei beni Culturali e del Paesaggio”, non essendo stato prorogato il regime transitorio previsto dall’art. 159 del Codice.

Tali nuove procedure si applicano anche “ai procedimenti rilascio dell’autorizzazione paesaggistica che alla data del 31 dicembre 2009 non si siano ancora conclusi con l’emanazione della relativa autorizzazione o approvazione” (v. art. 159, comma 1 del D. Lgs. 42/2004).

Dal 1° gennaio 2010 potranno rilasciare autorizzazioni paesaggistiche, sulla base delle nuove procedure stabilite dal Codice del Paesaggio, solo gli Enti locali inclusi negli elenchi approvati da Regione Lombardia e ritenuti idonei ad esercitare le competenze paesaggistiche loro attribuite.

Con il nuovo regime:

* l'autorità competente entro 40 gg dovrà verificare la documentazion…