Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da agosto 7, 2011

PIANO CASA LAZIO 2011 Testo della legge - aggiornamento 17.9.2011

17.9.2011 TESTO INTEGRATO DELLE DUE LEGGI del PIANO CASA
1.9.2011 - TESTO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO
___________________________________________________________________________
Pubblichiamo il testo approvato (non coordinato) del nuovo piano casa Lazio In allegato il testo di tutti gli emendamenti e le modifiche al Piano Casa Lazio 2011 non ancora pubblicato ma in vigore dal 15 settembre 2011
Scarica 02__pianocasadef.pdf 

Approvato l’elenco delle opere edilizie “minori” CALABRIA

Data pubblicazione: 12-08-2011

L’assessore regionale ai Lavori pubblici Giuseppe Gentile ha comunicato agli Ordini professionali calabresi l’avvenuta approvazione, da parte della Giunta regionale in una delle ultime sedute, dell’elenco delle opere edilizie dichiarate “minori” e degli indirizzi interpretativi in materia di sopraelevazione di edifici esistenti.
“L’atto deliberativo – ha dichiarato Gentile - risponde ad una diffusa esigenza, manifestata dagli ordini professionali, di semplificare e snellire l’iter autorizzativo per le costruzioni. In particolare il documento, frutto del lavoro di una commissione mista Regione e Ordini professionali, istituita nello scorse mese di marzo, elenca le opere cosiddette “minori” che, pur dovendo essere progettate nel rispetto della vigente normativa tecnica sulle costruzioni (D.M. 14.01.08) non necessitano autorizzazione e/o deposito del progetto presso i servizi tecnici regionali. Inoltre – aggiunge l’assessore – il documento fornisce element…

Comuni dell’aerea dello Stretto sulla riqualificazione dei Centri storici Calabria

Data pubblicazione: 03-08-2011


L’assessore regionale all’Urbanistica Piero Aiello ha presieduto un incontro con i sindaci dei Comuni dell’area dello Stretto sulla delicata questione di riqualificazione dei Centri storici.

Alla riunione, che si è svolta nella sede dell’assessorato all’Urbanistica, era presente anche il dirigente generale Saverio Putortì.

“Si rende necessario – ha affermato l’assessore Aiello - ritornare, nuovamente e pubblicamente, sulla scabrosa questione della riqualificazione dei Centri storici ereditata dalla precedente Giunta regionale. Ricordo, infatti, che la sottoscrizione delle convenzioni con i Comuni per il finanziamento delle opere di riqualificazione dei Centri Storici ad opera della passata gestione è avvenuta del tutto contra legem dal momento che le risorse di cui al PAR-FAS 2007/2013, che avrebbero dovuto finanziare gran parte di quelle opere, non erano ancora nella disponibilità della Regione. Tanto è talmente vero che, successivamente alla sottoscri…

Analisi di vulnerabilità sismica di edifici e opere strategiche e rilevanti LOMBARDIA

Definizione

Per vulnerabilità sismica si intende la valutazione della possibilità che persone, edifici o attività subiscano danni o modificazioni al verificarsi dell'evento sismico. Misura da una parte la perdita o la riduzione di efficienza, dall'altra la capacità residua a svolgere ed assicurare le funzioni che il sistema territoriale nel suo complesso esprime in condizioni normali. Ad esempio nel caso degli edifici la vulnerabilità dipende dai materiali, dalle caratteristiche costruttive e dallo stato di manutenzione ed esprime la loro resistenza al sisma.


Il censimento in Regione Lombardia

L'Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3274 del 20 marzo 2003 "Primi elementi in materia di criteri generali per la classificazione sismica del territorio nazionale e di normative tecniche per le costruzioni in zona sismica", successivamente modificata e integrata con l'Ordinanza del P.C.M. n. 3316 del 2.10.2003, prevede la verifica sismica di edifici…

UMBRIA: L.R. 2 febbraio 2010, n.6

Disciplina della promozione della qualità nella progettazione architettonica            Pubblicata sul  B.U.R. Umbria n.7 del 10 febbraio 2010


1. La Regione in armonia con i principi dello Statuto regionale e in conformità con l’ordinamento comunitario
e con le norme statali vigenti in materia, riconosce alla progettazione architettonica, alla progettazione
del paesaggio e al disegno urbano, un ruolo fondamentale nel miglioramento della qualità dell’ambiente
di vita delle popolazioni e per la valorizzazione delle risorse storiche, culturali, ambientali e paesaggistiche
dei territori.

Art. 2

(Finalità)

1. La Regione con la promozione della progettazione di qualità ed il ricorso alle procedure concorsuali,
disciplinate dalla presente legge, intende perseguire:a) l’affermazione del valore dell’architettura, della
forma urbana e del paesaggio, come fondamentale espressione della cultura e dell’identità delle comunità
insediate;
b) la diffusa e approfondita conoscenza, presso gli utenti e g…

Riclassificazione sismica LAZIO

NUOVA CLASSIFICAZIONE SISMICA DELLA REGIONE LAZIO - DELIBERA DI GIUNTA REGIONALE n. 387 del 22.05.2009
(BUR Lazio n. 24 del 27.06.2009 - Supplemento Ordinario 106)

Il 22 Maggio 2009, con l'approvazione in Giunta Regionale della DGR n. 387 recante "Nuova Classificazione Sismica della Regione Lazio", la nostra Regione si pone all'avanguardia per la prevenzione del rischio sismico. Il Servizio Geologico Regionale dell'Area Difesa del Suolo, dopo un anno di studi ed indagini in collaborazione con l'ENEA, al quale ha commissionato la ricerca sismologica di base, ha presentato, tramite l'Assessore all'Ambiente, una moderna proposta di classificazione sismica.
Novità di rilievo è l'istituzione di sottozone sismiche, che creano l'occasione di poter differenziare in modo dettagliato la pericolosità sismica sul territorio regionale. La suddivisione in queste sottozone, infatti, permetterà di poter caratterizzare e gestire in modo più idoneo, modern…

Lazio: Piano Regionale di Tutela Delle Acque

Il Piano di Tutela delle Acque Regionale si pone l'obiettivo di perseguire il mantenimento dell'integrità della risorsa idrica, compatibilmente con gli usi della risorsa stessa e delle attività socio-economiche delle popolazioni del Lazio. Contiene, oltre agli interventi volti a garantire il raggiungimento e il mantenimento degli obiettivi del D.lgs 152/2006, le misure necessarie alla tutela qualitativa e quantitativa del sistema idrico.

Il Piano è stato adottato con Deliberazione di Giunta Regionale n. 266 del 2 maggio 2006 e approvato con Deliberazione del Consiglio Regionale n. 42 del 27 settembre 2007 (Supplemento ordinario al "Bollettino Ufficiale" n. 3 n. 34 del 10 dicembre 2007).

Va segnalato che il Piano, redatto ai sensi della precedente normativa, D.Lgs 152/1999 e s.m.i., in vigore al momento della raccolta, elaborazione e valutazione dei dati, sarà oggetto di successive revisioni, in coerenza con gli indirizzi generali e gli atti di coordinamento emanati …

Opere edili

INDAGINI GEOGNOSTICHE E ANALISI DIAGNOSTICHE DELLE STRUTTURE
Sondaggi geognostici a rotazione
Misure inclinometriche e piezometriche
Prove penetrometriche
Analisi granulometriche
Prove di compressione triassiali e taglio
Controlli non distruttivi o semi distruttivi
Prove di carico non distruttive
Prove dinamiche

SCAVI E REINTERRI
Scavi per opere
Reinterri

DEMOLIZIONI-RIMOZIONI-TRASPORTI
Demolizioni
Rimozioni
Trasporti

OPERE PROVVISIONALI
Opere provvisionali

PALI E DIAFRAMMI
Pali Tiranti Diaframmi

CONGLOMERATI-ACCIAI-CASSEFORMI
Conglomerati
Acciai
Casseformi
Additivi per cemento armato

SOLAI-SOTTOFONDI-VESPAI-MASSETTI
Solai
Sottofondi e vespai
Massetti

TETTI E MANTI DI COPERTURA
Tetti e manti di copertura

OPERE MURARIE
Muratura di pietrame e mista Muratura in laterizio Muratura di blocchi di cemento Tamponature e tramezzature industriali

IMPERMEABILIZZAZIONI
Impermeabilizzazioni

OPERE DI PROTEZIONE TERMICA E ACUSTICA
Solai piani e inclinati Cappotto parete esterna e/o interna Muratura …

A quale struttura regionale va inviato l'attestato di Certificazione Energetica degli edifici?

20/06/11 - Ai sensi dell'art.9 del DECRETO 26 giugno 2009 "Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici", pubblicato sulla G.U. n. 158 del 10 luglio 2009, l'attestato di certificazione energetica va trasmesso alla Regione Lazio - Direzione Regionale Piani e Programmi di Edilizia Residenziale, Terzo settore, Servizio civile e Tutela dei Consumatori, - Via Capitan Bavastro, 108 - 00154.

Buontempo: Con il Piano Casa puntiamo ai bisogni dei cittadini LAZIO

09/08/2011 - "Per la prima volta il cittadino si accorge che ci sono istituzioni che pensano ai loro bisogni". Lo ha detto l'assessore regionale alla Casa Teodoro Buontempo durante la conferenza stampa sul "Piano Casa". "Puntiamo ai problemi reali e ai bisogni della gente. Rispondiamo a diverse categorie con questa norma. L'idea del mutuo sociale 'costringerà' la Regione ad aprire un capitolo in entrata del proprio bilancio perché ci saranno attivi. Si abbatteranno i costi di edificazione, si costruirà sui terreni pubblici e si useranno le Ater per le progettazioni, per le direzioni dei cantieri e per i collaudi. Abbattendo questi costi un giovane può diventare proprietario di una abitazione e, per esempio, per una casa di 75 metri quadri in trent'anni si troverebbe a rimborsare non più di 300-350 euro al mese. Se quel giovane resta disoccupato non perde la casa e puo' passare da un regime di riscatto all'affitto ma quel mensile che…

Dove si può consultare il calendario fiere, mostre ed esposizioni annuale in ambito regionale?

08/06/11 - Il Calendario ufficiale delle fiere, mostre ed esposizioni viene approvato, ai sensi della Legge Regionale 14/91 - art. 9 - comma 1. e viene pubblicato annualmente sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio (Burl) con allegato l'elenco di tutte le manifestazioni fieristiche con qualifica regionale, nazionale ed internazionale in programma nella Regione Lazio.
Per essere inseriti in tale calendario occorre aver presentato domanda di autorizzazione alla Regione Lazio - Assessorato Attività Produttive e Politiche dei Rifiuti - entro il 28 febbraio dell'anno immediatamente precedente a quello in cui si svolgerà l'evento. La domanda di autorizzazione può essere presentata dagli Enti organizzatori iscritti ad un apposito Albo regionale. La domanda di iscrizione all'Albo di cui sopra va presentata, ai sensi dell'art. 5 della Legge Regionale 14/91, entro il 15 gennaio dell'anno immediatamente precedente a quello di svolgimento dell'evento.
Per l'an…

Piano Regionale Attività Estrattive (PRAE) LAZIO

Il documento è un importate atto di programmazione settoriale, stabilito dalla legge regionale 6 dicembre 2004, n.17 e s.m.i. relativa alle "Norme per la coltivazione delle cave e torbiere della Regione Lazio" ed, in particolare, dall'art.9 “Piano regionale delle attività estrattive” che si riporta a seguire: Il piano regionale delle attività estrattive, di seguito denominato PRAE, è l’atto di programmazione settoriale che stabilisce, nell’ambito della programmazione socio-economica e territoriale regionale, gli indirizzi e gli obiettivi di riferimento per l’attività di ricerca di materiali di cava e torbiera e di coltivazione di cava e torbiera, nonché per il recupero ambientale delle aree interessate. Il PRAE, ai fini del corretto utilizzo delle risorse naturali compatibile con la salvaguardia dell’ambiente e del territorio nelle sue componenti fisiche, biologiche, paesaggistiche e monumentali, in particolare, contiene: il quadro tecnico ed economico del settore; le previs…

Cave e miniere LAZIO

Le attività estrattive sono regolate dal Regio Decreto 1443/1927, il quale le distingue sulla base del materiale estratto in industrie estrattive di prima categoria (le miniere) e in industrie estrattive di seconda categoria (le cave).
Le miniere operano in regime di concessione mineraria ai sensi degli articoli 14 e seguenti del Regio Decreto 1443/1927. Le cave operano in regime di autorizzazione regionale rilasciata ai sensi della Legge Regionale 17/2004.
L'attività di cantiere per lo sfruttamento di tali giacimenti determinano peraltro innegabili impatti sull'ambiente e sul territorio interessato.
La normativa regionale, al fine di contemperare le esigenze di tutela dell'ambiente e di approvvigionamento di materiali di cava, ha introdotto nuovi strumenti di programmazione e pianificazione del settore finalizzati al soddisfacimento del fabbisogno regionale in armonia con gli indirizzi della programmazione socio-economica, ambientale, paesaggistica e territoriale.
La Legge Re…

Ponte sullo Stretto: approvato il progetto definitivo 2 AGOSTO 2011

Approvato il progetto definitivo del Ponte sullo Stretto di Messina. Lo annuncia una nota dell’omonima società, precisando che l’approvazione riguarda anche i 40 chilometri di raccordi a terra, stradali e ferroviari. “Il Ponte è un’opera strategica che migliorerà il sistema dei trasporti e che darà impulso all’economia non solo di Sicilia e Calabria ma dell’intero Paese – ha commentato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli – proiettandolo nel contesto mediterraneo con più forza. Grazie ad essa sarà possibile, secondo stime caute ma molto attendibili, creare ricadute importanti per l’occupazione, circa 40.000 unità lavorative l’anno”.
Il progetto definitivo del Ponte, redatto dal Contraente generale Eurolink, comprende le opere d’integrazione col territorio, gli adeguamenti alle sopravvenute norme tecniche e le ottimizzazioni progettuali. Le opere di complementari comprendono:
- una variante ferroviaria in Sicilia, con lo spostamento della nuova Stazione di …

Piano casa, i contenuti della legge 2011 Lazio

03/08/11 -
Norme generali
Il piano casa si applica a tutti gli edifici realizzati legittimamente (anche quelli per i quali il titolo edilizio sia stato rilasciato in sanatoria, compresi il caso della formazione del silenzio assenso) e a quelli non ultimati ma che abbiano ricevuto il titolo abilitativo edilizio.
La normativa, importante novità rispetto alla legge precedente, si applica anche nelle zone agricole e nelle zone più urbanizzate delle aree naturali protette. Sono esclusi gli insediamenti urbani storici come individuati dal Piano territoriale paesistico regionale.
Sono escluse, inoltre, le aree di rischio idrogeologico molto elevato, i casali e i complessi rurali realizzati in epoca anteriore al 1930, gli edifici costruiti nelle aree del demanio marittimo.
Per gli ampliamenti di edifici esistenti è prevista la possibilità di "monetizzare" il mancato rispetto degli standard urbanistici nel caso siano impossibili da realizzare le cosiddette opere di urbanizzazione se…

Giro di vite sugli abusi edilizi

Regione. In vigore da settembre la nuova legge - Abusi edilizi, più prevenzione e garanzie forti. Nel 2007 Lazio quarto per illeciti legati al ciclo del cemento. Giro di vite sugli abusi edilizi. Più prevenzione, poteri sostitutivi e un fondo per le demolizioni.

Il Lazio dichiara guerra all'abusivismo edilizio. La legge regionale 15/2008 («Vigilanza sull'attività urbanistico edilizia» pubblicata sul Burl n.31 del 21 agosto scorso) che entrerà in vigore da settembre segna infatti un punto di svolta nella tutela del territorio laziale.

Da tempo le cifre dichiaravano la necessità di uno strumento normativo per contrastare l'abusivismo. Gli ultimi dati pubblicati dalla Regione, riferiti al 2006, riportano 6.511 illeciti, con il territorio romano e la provincia di Latina a fare la parte del leone (rispettivamente 4.352 e 1.009). Cifre che pongono il Lazio al quarto posto - dopo Campania, Calabria e Puglia - a livello nazionale per numero di infrazioni nel ciclo del cemento (dagli…

Quale sono le procedure per richiedere un Condono Edilizio ambientale?

18/07/11 - Il condono ambientale, è ordinato dalla legge 15 dicembre 2004, n. 308. L’art. 1, comma 36,1-ter, della predetta legge ha previsto un accertamento di compatibilità paesaggistica “ordinario” non soggetto a limiti di tempo per le seguenti fattispecie che si riportano testualmente: a) per i lavori realizzati in assenza o difformità dall’autorizzazione paesaggistica, che non abbiano determinato creazione di superfici utili o volumi ovvero di quelli legittimamente realizzati; b) per l’impiego di materiali in difformità dall’autorizzazione paesaggistica; c) per i lavori comunque configurabili quali interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria ai sensi dell’articolo 3 del DPR 6 giugno 2001, n. 380 Inoltre l’articolo 167 del Dlgs 42/2004, stabilisce ai commi 4 e 5 la facoltà per gli interessati di richiede l’accertamento di compatibilità paesaggistica per le medesime fattispecie indicate dall’articolo 1, comma 36 della citata legge n. 308/2004 e sopra testualmente riprodott…

Domenico Merlani, presidente di Unindustria Viterbo e della sezione provinciale dell’Ance commenta il nuovo Piano casa del Lazio

“Il via libera al Piano Casa rimette in moto il comparto delle costruzioni, volano necessario per la ripresa dell’economia regionale”. È quanto dichiara Domenico Merlani, presidente di Unindustria Viterbo e della sezione provinciale dell’Ance in seguito all’approvazione da parte del Consiglio della Regione Lazio del testo di modifica del “Piano Casa”, particolarmente atteso da tutto il settore edile e non solo.
"Nel corso della campagna elettorale regionale – spiega Merlani – avevamo chiesto di modificare la prima versione del Piano Casa, in quanto non aveva prodotto i risultati sperati. Successivamente durante gli Stati generali delle Costruzioni a Viterbo, che videro compatte associazioni di categoria e organizzazioni sindacali, sollecitammo interventi coraggiosi per uscire dall’immobilismo ed evitare il collasso dell’intero settore. Posizioni ribadite in questi mesi anche agli esponenti regionali, provinciali e comunali portando il nostro contributo propositivo. Credo che fina…

CASE FANTASMA”: SIGLATO UN ACCORDO TRA L’AGENZIA DEL TERRITORIO E IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI

Il Direttore dell’Agenzia del Territorio, Gabriella Alemanno, e il Presidente del
Consiglio Nazionale degli Ingegneri, Giovanni Rolando, hanno firmato un
Protocollo d’intesa  che disciplina le  modalità di collaborazione tra  l’Agenzia  e il
Consiglio per lo svolgimento di attività a supporto della regolarizzazione degli immobili
mai dichiarati in Catasto, i cosiddetti fabbricati fantasma.
L’accordo  di collaborazione prevede che  gli ingegneri, in alcune province selezionate
congiuntamente, collaborino con l’Agenzia nelle attività propedeutiche all’attribuzione
della rendita presunta. In particolare effettueranno  dei sopralluoghi analoghi a quelli
svolti dai dipendenti dell’Agenzia del  Territorio compilando una  scheda tecnica
contenente gli elementi utili alla determinazione della suddetta rendita.
Il  Consiglio ha assicurato la collaborazione a titolo gratuito, nell’interesse generale
delle Istituzioni coinvolte e della collettività.
«L’Agenzia del Territorio continua l’ampliame…

Manuale Operativo delle Stime Immobiliari

Il MOSI - Manuale Operativo delle Stime Immobiliari - è il "libro delle regole" dell'Agenzia del Territorio in materia estimativa.
Destinato al Personale dell'Agenzia impegnato nelle attività di stima per le Pubbliche Amministrazioni, il Manuale, che istituzionalizza i processi e specifica le linee attuative da seguire nelle attività estimative, costituisce un valido ausilio per chiunque operi nel settore delle valutazioni immobiliari.
I primi capitoli del volume definiscono e descrivono i prodotti e i relativi processi, i criteri di riferimento per il calcolo delle consistenze nonché la relazione di stima. Questa prima parte del manuale, inoltre, individua i criteri utili per la scelta del procedimento estimativo ai fini della determinazione dei valori di mercato degli immobili. 
I capitoli successivi illustrano i diversi procedimenti di stima, descrivendone dettagliatamente le singole fasi.
Il volume, edito dalla casa editrice FrancoAngeli, sarà disponibile in libr…

Gli immobili in Italia 2011

La terza edizione del volume Gli immobili in Italia, realizzato dal Dipartimento delle Finanze e dall’Agenzia del Territorio, fotografa la situazione patrimoniale dei cittadini e delle imprese italiane.
I risultati conseguiti forniscono un quadro dettagliato del tessuto fiscale ed economico del Paese e rappresentano il primo passo verso la costruzione di una banca dati del patrimonio immobiliare fruibile, in prospettiva, ad ogni livello di governo del territorio.
Lo studio si articola in sei capitoli 

Introduzione Lo stock immobiliare in italia: analisi degli utilizziFlussi reddituali e ricchezza immobiliare in ItaliaAnalisi territoriale del valore del patrimonio abitativoDistribuzione della proprietà e del reddito dei proprietariFlussi immobiliari e canoni di locazioneNota metodologica: la costituzione della banca dati integrata
della proprietà immobiliare

Lazio: 05/08/2011 Piano Casa, la nuova legge

I principali contenuti della nuova legge in attesa di pubblicazione.

Il Consiglio regionale del Lazio ha approvato definitivamente il provvedimento recante disposizioni di attuazione del Piano Casa. In attesa della pubblicazione del testo ufficiale sul Bollettino regionale, di seguito sono presentati i dettagli forniti dall'Ufficio stampa del Consiglio Regionale del Lazio.
Norme generali Il provvedimento si applica a tutti gli edifici realizzati legittimamente (anche quelli per i quali il titolo edilizio sia stato rilasciato in sanatoria, compresi il caso della formazione del silenzio assenso) e a quelli non ultimati ma che abbiano ricevuto il titolo abilitativo edilizio. Rispetto alla legge precedente, le nuove disposizioni si applicano anche nelle zone agricole e nelle zone più urbanizzate delle aree naturali protette. Sono esclusi dal campo di attuazione gli insediamenti urbani storici come individuati dal Piano territoriale paesistico regionale e le aree di rischio idrogeologico mo…

PROFESSIONI: ORDINI; ARCHITETTI (CONSIGLIO NAZIONALE): "DA RESPINGERE L'IDEA DI ABOLIRE ART. 33 DELLA COSTITUZIONE.

Roma, 29 luglio 2011. "Respingiamo nel modo più fermo il metodo e il merito con cui un esponente della maggioranza parlamentare - il senatore Raffaele Lauro - crede di poter affrontare il tema della riforma delle professioni: mai nessuno aveva anche solo osato pensare di abolire l'articolo 33 della Costituzione cancellando con un sol tratto di penna Ordini professionali ed Esame di Stato per l'abilitazione professionale".
Così il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori.
"Rileviamo inoltre - continua - come appaiano del tutto fantasiose ed infondate le argomentazioni circa il costo in termini di PIL degli Ordini: numeri del tutto inventati e buttati a caso solo per dare una parvenza di credibilità ad una iniziativa semplicemente ridicola; gli oltre due milioni di professionisti italiani ed i 150mila architetti meriterebbero un rispetto ed una attenzione ben diverse".
"Chiediamo ai Ministri Sacconi e Nitto Palma di pr…

APPALTI: ARCHITETTI (CONSIGLIO NAZIONALE): "CONCORSO SIA PROCEDURA PRIVILEGIATA"

Comunicato Stampa

"Per effetto del Decreto sviluppo - a causa dell'abbassamento a 1,5 mil euro della soglia per la procedure ristretta, importo che riguarda la stragrande maggioranza degli appalti - concreto il rischio di 'attenzioni' della criminalità organizzata" 
Roma, 20 luglio 2011. Rafforzare e stimolare il ruolo del concorso, quale procedura privilegiata per l'affidamento degli incarichi di progettazione; bandire concorsi ai quali poter partecipare esclusivamente per via telematica, con procedure semplici e veloci; assicurare la continuità dell'attività progettuale nell'arco dell'intero processo di attuazione dell'opera, da quello ideativo a quello realizzativo, al fine di garantire la qualità del risultato finale. 
Sono queste alcune delle modifiche da apportare al Codice dei contratti secondo Rino La Mendola, vicepresidente del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, intervenuto al Senato ad un in…