Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2010

decreto legislativo per lo sviluppo delle fonti rinnovabili 30 novembre 2010 - 30/11/2010

Per incrementare la produzione di energia da fonti rinnovabiliAumentare la produzione di energia da fonti rinnovabili e ridurre, al tempo stesso, gli oneri relativi in bolletta a carico dei consumatori. Sono gli obiettivi del decreto legislativo per lo sviluppo delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica approvato dal Consiglio dei Ministri del 30 novembre scorso. Lo schema di decreto, che recepisce e attua gli obiettivi vincolanti fissati dall’Europa, traduce dunque in misure concrete le strategie delineate nel Piano di Azione Nazionale (PAN) inviato a luglio alla Commissione Europea, per il conseguimento della quota del 17% di fonti energetiche rinnovabili su consumi energetici nazionali. Per il raggiungimento di questo obiettivo, il decreto provvede alla razionalizzazione ed all’adeguamento del sistema di incentivi per produrre e utilizzare l’ energia rinnovabile, per la produzione di energia elettrica e termica; all’individuazione di misure volte all’increment…

nasce il software di certificazione energetica nazionale DOCET pro

DOCETpro 2010 è un software di simulazione a bilanci mensili finalizzato alla certificazione e alla diagnosi energetica degli edifici, come previsto dalle Linee Guida Nazionali per la Certificazione Energetica. DOCETpro2010 può essere utilizzato per la valutazione energetica di edifici sia esistenti che di nuova costruzione, per tutte le destinazioni d’uso definite dal DPR 412/93. La nuova versione si focalizza sulla ricerca di approcci metodologici per facilitare l’inserimento dei dati, definendo un’interfaccia utente on-line su piattaforma web, ancora più flessibile, chiara ed intuitiva. Il modello dell’edificio è definito dall’utente creando diverse superfici disperdenti, opache e trasparenti, orizzontali e verticali, nel grado di dettaglio che si ritiene opportuno, definendo un numero minimo di superfici per quelle che sono le differenze tra le caratteristiche costruttive, fisiche e di esposizione dei singoli elementi. Vi è inoltre la possibilità di immettere i dati per determinare …

Fonti rinnovabili: Consiglio dei ministri approva decreto legislativo

E’ stato approvato in prima lettura, dal Consiglio dei Ministri, il decreto legislativo per lo sviluppo delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica su proposta del Ministro per le politiche europee, di concerto con i Ministri dello Sviluppo Economico, dell’Ambiente, dell’Economia e delle Politiche agricole.

Il decreto, che vuole aumentare la produzione di energia da fonti rinnovabili e ridurre, al tempo stesso, gli oneri relativi in bolletta a carico dei consumatori, sarà trasmesso alle commissioni parlamentari e alla Conferenza unificata, per poi tornare al Consiglio dei Ministri per l’approvazione definitiva.
“Con il provvedimento approvato oggi - ha dichiarato il Ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani - fissiamo definitivamente il nostro programma nazionale per un impiego efficiente e sostenibile delle fonti rinnovabili. Semplifichiamo le procedure autorizzative e incentiviamo la realizzazione di nuove infrastrutture di rete per garantire un’efficienza sempre maggio…

Piero Sartogo conferimento del premio alla carriera

Mercoledì 24 novembre 2010, dalle ore 18.00 alle ore 19.30
Galleria nazionale d'arte moderna e contemporanea - Salone dell'Ercole
viale delle Belle Arti, 131 - Roma

In occasione del conferimento del Premio alla Carriera romArchitettura4l'architetto Piero Sartogo terrà una Lectio magistralis dal titolo
"dall'arte all'architettura - dall'architettura all'arte"
INVITO
Non si comprenderà Sartogo senza comprendere che per lui il pieno ed il vuoto non sono che le due facce, omologhe e distinte, di una stessa moneta.
(Renato Pedio, Piero Sartogo -Fictions)
Piero Sartogo percorre la cultura architettonica contemporanea e con essa, trasversalmente, quella più generale artistica, che sempre interpreta e in taluni casi anticipa, pur restando efferatamente "architetto" anche nelle più ardite avventure del negativo, del concettuale, del virtuale. Necessariamente attinge così a un confronto internazionale ravvicinato; pochi architetti italiani possono at…

Comune di Firenze IL FUTURO DEL PAESAGGIO

Due giorni di convegno con i quaranta più importanti architetti italiani, insieme a Firenze per discutere il futuro dell’architettura e del paesaggio nel nostro paese, contro la mercificazione del mercato architettonico, contro l’omologazione dei luoghi imposto dallo ‘star system’ delle cosiddette archistar, con l’obiettivo di collegare tradizione e modernità e di recuperare un ruolo di primo piano a livello europeo.

E’ “Identità dell’architettura italiana”, organizzato dall’Università di Firenze insieme alla rivista “Casabella” e al Comune di Firenze che si terrà oggi 18 e domani 19 novembre nell’Aula Magna dell’Università di Piazza S. Marco. Giunto alla sua ottava edizione, il convegno sarà luogo d’incontro e di riflessione a cui parteciperanno come relatori personaggi come Francesco Dal Co, Paolo Portoghesi, Vittorio Gregotti, Aimaro Isola, Sandro Anselmi, Franco Purini, Antonio Monestiroli, Luciano Semerani, Giovanni Chiaramonte; mentre tra gli ospiti ci saranno lo storico Lucio Vi…

NESSUNA PROROGA AGLI INCENTIVI DEL 55%

Indignazione, sdegno, delusione e malcontento, queste sensazioni sono la nostra reazione, la reazione di quelle aziende e di quei liberi professionisti che rappresentiamo, alla notizia della mancata proroga oltre il 2010 delle detrazioni del 55% per la riqualificazione energetica degli edifici.

A spiazzare e lasciare basiti, è la sordità di questo Governo alle richieste e appelli che da più parti e da diverso tempo si sono susseguiti per prolungare questa agevolazione fiscale, ma soprattutto è l’ incapacità di guardare agli investimenti energetici come strumenti e opportunità per una ripresa economica.

La mancanza di fondi nel bilancio pubblico che ha portato, nel maxi-emendamento alla Legge di stabilità del Governo, al taglio del rifinanziamento degli incentivi sul miglioramento energetico degli edifici, è sintomo dell’ assenza di una politica energetica e ambientale pianificata e coerente con gli impegni che il Governo stesso ha assunto con l’Europa per la riduzione delle emissioni…

BONUS EDILIZIA 55%, ARCHITETTI (CONSIGLIO NAZIONALE) 11 novembre 2010

Roma, 11 novembre 2010 "Amarezza e perplessità: sono questi i sentimenti che ci sentiamo di esprimere nell'apprendere che il Governo riterrebbe di escludere dal "pacchetto sviluppo", contenuto nel maxi emendamento alla legge di stabilità, il rifinanziamento del bonus energia del 55% per le ristrutturazioni edilizie eco-compatibili".

Lo afferma il Consiglio nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori.

"Si tratta  di una decisione totalmente non condivisibile sia sotto il profilo economico che ambientale. Il Paese è quotidianamente alle prese con le drammatiche conseguenze che derivano dall' assenza di una  politica coerente con la  tutela del patrimonio edilizio, con la manutenzione territoriale e con la pianificazione delle infrastrutture indispensabili ad una nazione moderna".

Per gli architetti italiani, "il taglio del bonus del 55% e il drastico ridimensionamento dei fondi destinati al Ministero dell'Ambiente con…

Pompei: Patrimonio storico allo sfascio 2

NAPOLI (9 novembre) - Mentre è bufera sul ministro dei Beni culturali Bondi, spunta un dossier choc su Pompei: una indagine commissionata nel 2005 dall’allora soprintendente Guzzo emerge che il 70 per cento degli edifici necessitava di interventi di restauro e messa in sicurezza: il 40% con la massima urgenza perché in stato pessimo o addirittura con un cedimento.

Il dossier. Nel sito archeologico più grande nel mondo solo tre case su dieci erano in uno stato che si poteva definire tra buono e discreto. Ben il 70 per cento degli antichi edifici riportati alla luce, invece, necessitava di interventi di restauro e messa in sicurezza: il 40% con la massima urgenza perché in stato pessimo o addirittura con un cedimento in atto, il rimanente 30%, in stato appena mediocre, in un secondo momento.

A queste conclusioni sono arrivati nel 2005 gli architetti Giovanni Longobardi e Andrea Mandara che a capo di alcune squadre di ricercatori, architetti e archeologi hanno eseguito l’indagine - la prim…

Provincia di Bologna: Progetto "IL PARCO CITTA' CAMPAGNA"

Progetto di valorizzazione della rete dei paesaggi e di integrazione delle aree ad elevato valore ecologico - ambientale nel territorio della pianura situato tra il fiume Reno e il torrente Samoggia.
La Provincia di Bologna ed i Comuni di Anzola dell'Emilia, Bologna, Casalecchio di Reno, Crespellano e Zola Predosa hanno approvato il Progetto " Il Parco Città Campagna" con l'obiettivo di valorizzare la rete dei paesaggi e di integrare le aree ad elevato valore ecologico-ambientale del territorio della pianura ovest situato tra il fiume Reno e il torrente Samoggia.
Il Progetto "Il Parco Città Campagna" è beneficiario di un contributo da parte della Regione Emilia-Romagna ai sensi dell'art. 49 della L.R. 20/2000, relativo alla realizzazione di progetti di tutela, recupero e valorizzazione territoriale.
Il contesto territoriale cui si riferisce il progetto riguarda un'ampia area periurbana localizzata nel settore Sud-Ovest dell'area metropolitana bolog…

Provincia di Bologna: riqualificazione dell'area Casalecchio di Reno/Futurshow Station

E' stato firmato il 4 novembre a palazzo Malvezzi l'accordo Territoriale per il polo funzionale di Casalecchio di Reno/Futurshow Station, da Provincia di Bologna, Comune di Casalecchio di Reno, Comune di Zola Predosa, Unione dei Comuni Valle del Samoggia.

Il progetto prevede lariqualificazionedell'area Casalecchio di Reno/Futurshow Station, e ilpiano di investimentiprevede uno stanziamento di11 milioni di eurodestinati al potenziamento e al miglioramento delle infrastrutture esistenti. Il primo intervento per migliorare l'accessibilità riguarderà l'adeguamento dellaviabilitàinterna al Polo e delle connessioni alla Nuova Bazzanese, per risolvere le attuali problematiche legate al traffico in corrispondenza dello svincolo.
Punto di forza del progetto è la presenza della linea del Servizio Ferroviario Metropolitano, collegata direttamente alla Stazione Centrale di Bologna (raggiungibile in 18 minuti), oggi - grazie all'Alta Velocità - a un'ora da Milano e a due …

Provincia di Vercelli: Procedure Urbanistiche Ambientali - VAS

VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA
La Valutazione Ambientale Strategica è uno strumento di valutazione delle scelte di programmazione e pianificazione e ha come finalità primaria quella di garantire un elevato livello di protezione dell’ambiente, di salvaguardia, tutela e miglioramento della qualità dell’ambiente, di protezione della salute umana e di utilizzazione accorta e razionale delle risorse naturali e, in tal senso, riveste un ruolo strategico nell’ambito di una politica di sviluppo sostenibile.
La VAS è un processo atto ad  assicurare che gli effetti ambientali derivanti dall'attuazione dei piani e programmi proposti  siano identificati, valutati, sottoposti alla partecipazione del pubblico, presi in considerazione dai decisori e infine monitorati durante la realizzazione del piano o programma.
Il riferimento normativo comunitario sulla VAS è costituito dalla Direttiva 2001/42/CE adottata il 27 giugno 2001. Tale Direttiva avrebbe dovuto essere recepita dagli Stati membri entr…

Nuovo PIANO CASA Latina

Interventi del presidente Cusani e dell'assessore Martelucci

La Giunta regionale del Lazio, all'inizio dello scorso mese di ottobre, ha deliberato la proposta di modifica della L.R. 21/2009, denominata Piano Casa.
In questi ultimi giorni la delibera sul Piano Casa ha iniziato il corposo programma di discussioni all'interno delle commissioni regionali competenti per materia.
"Il Piano Casa - afferma l'assessore all'urbanistica Fabio Martellucci - e in particolare il provvedimento iniziale del governo, approvato nel corso della Conferenza Stato Regioni del marzo 2009, aveva creato aspettative da parte di tante famiglie e aziende del settore.
Il Piano, infatti, nasceva come provvedimento economico - finanziario di settore, il cui fine era sostanzialmente quello di rilanciare il mercato dell'edilizia, tra quelli maggiormente in crisi in questi anni di congiuntura economica, favorendo nel frattempo il fabbisogno abitativo.
Un'iniziativa, in buona sostanza, t…

Pompei: Patrimonio storico allo sfascio

BONDI: «SERVONO RISORSE PER UN PATRIMONIO IMMENSO»
POMPEI: CROLLATA LA DOMUS DEI GLADIATORI
NAPOLITANO: «UNA VERGOGNA PER L'ITALIA»
IL CROLLO PROBABILMENTE A CAUSA DELLE INFILTRAZIONI D'ACQUA. IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA: «SERVONO SPIEGAZIONI»

Gravissimo danno al patrimonio artistico italiano: a Pompei è crollata l'intera Domus dei Gladiatori, così chiamata perché al suo interno gli atleti si allenavano e nella quale deponevano le armi all’interno di alcuni incassi ricavati nei muri. Secondo quanto si apprende dalla Sovrintendenza, vi erano anche dipinti nella parte sottostante il perimetro della sala. L’edificio, che si apre su via dell’Abbondanza, la strada principale della città sepolta dall’eruzione del Vesuvio del 79 d. C., era visitabile solamente dall’esterno ed era protetto da un alto cancello in legno.
Fonte:corriere.it

La Comunicazione Unica: creare una nuova impresa o aggiornarla

Finora le imprese hanno evaso gli obblighi riguardanti l’Agenzia delle Entrate, l’INAIL, l’INPS e le Camere di Commercio con procedure diverse per ogni ente. A seconda della natura dell’impresa (individuale o società) si utilizzavano moduli cartacei, sistemi telematici, trasmissioni via fax e presentazioni allo sportello per richiedere il codice fiscale e la partita IVA,  oppure aprire la posizione assicurativa presso l’INAIL, chiedere l’iscrizione all’INPS dei dipendenti o dei lavoratori autonomi, chiedere l’iscrizione al Registro delle Imprese tenuto dalle Camere di Commercio. Oggi i quattro enti si sono coordinati, sfruttando i benefici offerti dalla telematica, rivolgendosi ad un solo canale, il Registro delle Imprese. Obiettivo la razionalizzazione della procedura, una gestione degli adempimenti più facile e tempi di attesa  dell’esito delle pratiche più brevi. La procedura, regolata dall’art. 9  del decreto legge 7/2007, convertito con la legge 40 del 2 aprile 2007, è esclusivamen…