Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2011

obbligo sugli annunci immobiliari riportare la classe energetica dell'appartamento

Luminoso, rifinito, doppi servizi. Dal 1 gennaio 2012, accanto alle indicazioni su superficie, posizione e rifiniture, chi cerca una casa da affittare o da comprare troverà anche l'indice di prestazione energetica. Sarà così più facile prevedere quale sarà il costo annuale presunto per il riscaldamento e per l'acqua calda e quali le eventuali spese da affrontare.


L'obbligo riguarderà tutti gli annunci immobiliari di vendita (cartacei, su internet, in tv, tramite volantini e cartelli) in applicazione dell'art.13 del DLgs n.28 del 03/03/2011 che stabilisce che ''nel caso di offerta di trasferimento a titolo oneroso di edifici o di singole unità immobiliari, a decorrere dal 1 gennaio 2012 gli annunci commerciali di vendita riportano l'indice di prestazione energetica contenuto nell'attestato di certificazione energetica''.
per saperne di più

EDILIZIA: ARCHITETTI (CONSIGLIO NAZIONALE) "INSIEME A ISTITUZIONI, UNIVERSITÀ, AMBIENTALISTI E COSTRUTTORI PER RIGENERARE LE NOSTRE CITTÀ". IDATI DEL CRESME SULLO STATO DEL PATRIMONIO EDILIZIO ALLA CONFERENZA INTERNAZIONALE IN PROGRAMMA A PADOVA IL PROSSIMO 28 OTTOBRE

Padova, 26 ottobre 2011. "Il valore della produzione nelle costruzioni nel 2010 è ammontato a 175,8 miliardi di euro di  cui 142,5 (81,0%) in investimenti e 33,3 miliardi (19,0%) in manutenzioni ordinarie. Gli investimenti, a loro volta, hanno riguardato per 64,8 miliardi nuove costruzioni e per 77,7 miliardi il recupero.

Sono questi solo alcuni dei dati sullo stato del patrimonio edilizio che saranno illustrati da Lorenzo Bellicini, direttore del Cresme, nel corso Conferenza internazionale "Idee per la rigenerazione urbana sostenibile" che il Consiglio Nazionale degli Architetti, Paesaggisti, Pianificatori e Conservatori ha organizzato a Padova per il prossimo 28 ottobre (ore 9,15, Gran Teatro Geox).

La Conferenza, articolata attraverso tre Tavole rotonde, "La città sostenibile - Economia delle risorse, sviluppo e vivibilità"; "La città intelligente - L'innovazione progettuale al servizio delle relazioni umane e dell'efficienza; "La città i…

SVILUPPO: EDILIZIA, ARCHITETTI, CONSIGLIO NAZIONALE " DISMISSIONI PATRIMONIO IMMOBILIARE SIANO UNA OPPORTUNITÀ DI RIGENERAZIONE DELLE CITTÀ ITALIANE"

Roma, 25 ottobre 2011. "Le dismissioni del patrimonio immobiliare dello Stato sono senza dubbio la prima delle possibilità per fare cassa nei provvedimenti all'esame del Governo, ma in un periodo di depressione del mercato immobiliare le difficoltà di realizzazioni sono evidenti, come hanno dimostrato le prime aste sulle caserme. Un buon venditore deve valorizzare ciò che cede, per renderlo appetibile, ma lo Stato deve anche valutare quale sia l'incidenza sociale dei suoi atti. Per questo motivo le dismissioni devono trasformarsi anche in una significativa opportunità di rigenerazione delle città italiane, trattandosi spesso di grandi edifici pubblici in pessime condizioni nei centri urbani e vincolati".

Lo sottolinea il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori.

"Gli architetti italiani  - continua - sono pronti a mettere a disposizione le proprie capacità ideative e tecniche perché gli edifici oggetto delle dismissioni siano…

EDILIZIA: ARCHITETTI (CONSIGLIO NAZIONALE) "LA RIGENERAZIONE URBANA SOSTENIBILE PRIORITARIA NELLE POLITICHE DI SVILUPPO" - "PER REALIZZARLA SINERGIA TRA ISTITUZIONI, UNIVERSITÀ, URBANISTISTI, ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE E COSTRUTTORI". I TEMI DELLA CONFERENZA INTERNAZIONALE IN PROGRAMMA A PADOVA IL PROSSIMO 28 OTTOBRE

Roma, 24 ottobre 2011. "Il tema della rigenerazione urbana sostenibile è una questione centrale che deve diventare prioritaria nelle politiche di sviluppo dei prossimi anni. Per gli architetti italiani la questione urbana, infatti, è e sarà il principale problema dei governi di questi e dei prossimi anni. In Italia come nel mondo, la città e l'habitat sono a rischio "default" a causa dell''esaurimento delle risorse energetiche e delle pessime condizione del patrimonio edilizio costruito nel dopoguerra".

Così il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti sulla Conferenza internazionale "Idee per la rigenerazione urbana sostenibile" che si terrà a Padova il prossimo 28 ottobre (ore 9,15, Gran Teatro Geox) nell'ambito della 5° edizione della Biennale Internazionale "Barbara Cappocchin".

Organizzata dal Consiglio Nazionale in collaborazione con la Fondazione Cappochin e con l'Ordine degli Architetti di Padova,…

Domande e risposte Nuovo Piano Casa Lazio 2011 (10)

Domanda:
Quali costi devo affrontare per fare un ampliamento del 30% utilizzando i pannelli fotovoltaici in una casa di 100 mq ?

Risposta:
consideriamo come costo di costruzione per l'ampliamento pari a 1.000 Euro al mq, con 30 mq di superficie lorda possiamo costruire una stanza un bagno e un disimpegno.
- Quindi per i lavori al finito spenderemo circa 30.000 euro.
gli oneri facendo una valutazione di massima in un comune di medie dimensioni poniamo 100 euro al mq
- per gli oneri allora spenderemo 3.000 euro.
Poi ci sono le spese progettuali per il professionista e tenendo conto di un insieme di operazioni che il professionista dovrà fare per rendere tutto legalmente definito (progettazione, direzione lavori pratiche varie agli enti ecc.) possiamo aggiungere circa 7.000 euro
- per spese tecniche quindi 7.000 euro
Alla fine la spesa complessiva potrà aggirarsi intorno a 40.000 euro. Non è un cifra enorme rispetto al fatto che la costruzione può avere una rivalutazione nel tempo e…

Domande e risposte Nuovo Piano Casa Lazio 2011 (9)

Domanda:
Quali sono i costi amministrativi per poter ampliare di una stanza una casetta in campagna?

Risposta:
I costi che devono essere versati al Comune riguardano i contributi per il costo di urbanizzazione primaria e secondaria e il contributo al costo di costruzione dell'ampliamento.
Il costo di urbanizzazione primaria e secondaria variano da città a città e da zone a zone in genere è più basso nelle are densamente popolate e i costi variano da 54,00 a 82,00 euro al mc.
Anche il contributo al costo di costruzione è variabile, si utilizzano tabelle regionale e sulla base della classe degli edifici si calcola una percentuale sul costo di costruzione basato sul computo metrico estimativo redatto da un professionista, che varia fra il 5 e il 20%.
Nel piano casa è stata inserita la possibilità data ai comuni sulle prime case i quali devono però deliberare prima del 31 dicembre 2011 una riduzione massima del 30% sugli oneri di urbanizzazzione primaria e secondaria.
Per un calcolo c…

PROFESSIONI: PROPOSTA DI LEGGE BIPARTISAN SULL'ARCHITETTURA; FREYRIE, CONSIGLIO NAZIONALE ARCHITETTI, "I SUOI PRINCIPI SU CONCORRENZA, INNOVAZIONE E VALORIZZAZIONE DEI GIOVANI SIANO INSERITI NEL DL SVILUPPO"

l'iniziativa di Realacci (Pd), Rampelli (Pdl) e Mantini (Udc) e di altri 138 parlamentari nella direzione auspicata dagli architetti italiani  Roma 11 ottobre 2011. "Alcuni degli elementi fondanti della proposta di legge sull'architettura - quelli relativi a concorrenza, innovazione, investimento sul futuro attraverso la valorizzazione dei giovani -  dovrebbero essere inseriti nel prossimo DL Sviluppo: offrono infatti idee e proposte per sostenere, a costo zero, la crescita del nostro Paese".

Lo ha detto il presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, Leopoldo Freyrie, nel corso della presentazione sulla proposta di legge per la promozione della qualità architettonica sottoscritta dagli onorevoli Realacci, (Pd),  Rampelli (Pdl) e Mantini (Udc) e da altre 138 parlamentari di maggioranza e opposizione.

"Una legge per la qualità e i concorsi in architettura - ha detto ancora Freyrie  - è un nostro storico progetto c…

Domande e risposte Nuovo Piano Casa Lazio 2011 (8)

Domanda:
Non ho chiaro il limite dei 70 mq sull'immobile. in un edificio di 8 condomini con appatamenti di circa 100 ciascuno e avendo una terrazza coperta di circa 20 mq possono chiudere la terrazza e farla diventare l'ampliamento dei 20 mq consentiti oppure devono rispettare il limite dei 70 mq per tutto l'edificio e quindi ognuno può ampliare di circa 6,50 mq?

Risposta:
in un condominio ogni appartamento costituisce una unità immobiliare autonoma in se con parti comuni.
I singoli proprietari possono utilizzare l'ampliamento dell'appartamento del 20% della superficie utile dell'alloggio sempre che non superi i 70 mq quindi gli 8 condomini possono chiudere ciascuno la propria terrazza utilizzando il 20% consentito dalla Legge regionale presentando ciascuno singola domanda al Comune tenendo conto che il progetto dovrà essere studiato sull'intero edificio comunque. Mentre se si volesse utilizzare il 30 % allora tutti i condomini dovranno realizzare un unico …

Istituzione di zone di protezione ecologica nel Mediterraneo

Su proposta del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, Prestigiacomo, è stato approvato dal Consiglio dei Ministri del 6 ottobre, un regolamento, sul quale è stato acquisito il parere del Consiglio di Stato, per l’istituzione di una Zona di protezione ecologica del Mediterraneo nord-occidentale, del Mar Ligure e del Mar Tirreno, nel rispetto della Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare del 1982, a partire dal limite esterno del mare territoriale italiano e con esclusione dello Stretto di Sicilia. In queste zone, lo Stato eserciterà la propria giurisdizione per proteggere e preservare l’ambiente marino, i mammiferi e le biodiversità dai rischi di catastrofi ecologiche dovute a scarichi di sostanze inquinanti da parte di navi mercantili o ad incidenti di navigazione, conformemente a quanto previsto anche dallaConvenzione UNESCO del 2001 sulla protezione del patrimonio culturale subacqueo. Nella zona di protezione ecologica le autorità italiane son…

Domande e risposte Nuovo Piano Casa Lazio 2011 (6)

Domanda:
Sono proprietario di una particella di terreno di circa 5000 mq e su questo terreno c'è un fabbricato agricolo accatastato come tale ma in realtà è poco più di un rudere e si trova a circa 80 metri da un fosso.
Con il piano casa ho letto che si possono spostare gli edifici demoliti e ricostruirli in un'altra parte.
Posso farlo? e posso cambiare destinazione d'uso residenziale utilizzando anche l'ampliamento?

Risposta
In questo caso deve verificare se il suo terreno si trova in una delle situazioni in cui non si può applicare il piano casa, ad esempio aree sottoposte ad inedificabilità assoluta, oppure in aree naturali protette in questo caso non può usufruire dell'ampliamento e neanche della demolizione se il suo terreno rientra in queste aree.
Se invece si trova in un area rurale omogenea E quindi presumo che rientri nel vincolo della distanza dai fossi  150 m, può demolire e ricostruire a distanza superiore liberando così anche l'area da un manufatto…

Domande e risposte Nuovo Piano Casa Lazio 2011 (5)

Domanda:
Risiedo in una bifamiliare con un giardino escusivo dal quale con una rampa arrivo al piano seminterrato adibito a garage e tavena retrostante.
Avrei intenzione di ampliare il garage creando un vano sul prolungamento del garage di fronte alla rama e la copertura di questa stanza diventerebbe il terrazzo del piano rialzato della mia abitazione. l'altezza del garage è di 2,10 m e vorrei rendere abitabile il garage eil locale ampliato.

Risposta:
Dunque mi sembra di capire che vuole utilizzare la possibilità di ampliare in aderenza la sua parte di bifamiliare, lei può creare il nuovo vano ma non può però a mio avviso alzare la quota perché questo è consentito solo per le soffitte o mansarde per i locali a piano terra o seminterrato si devono rispettare le quote di piano esistenti.
Quindi può creare il nuovo vano accessorio con una altezza di 2,10 m rispettando la parte della percentuale del 20 %, ma non può successivamente cambiare destinazione d'uso al locale in quanto l…

Domande e risposte Nuovo Piano Casa Lazio 2011 (4)

Domanda:
Abito all'ultimo piano di un condominio la copertura del nostro palazzo è a terrazzo e ognuno dei 6 condomini è proprietario di una parte.
Ho letto che con il nuovo piano casa del Lazio si possono fare ampliamenti sui condomini, a me interessa sapere se posso costruire una stanza sul terrazzo di copertura nella mia quota parte utilizzando il 20% di superficie utile della mia residenza.

Risposta:
Devo rispondere che per come mi ha descritto la sua situazione lei non può usufruire dell'ampliamento del 20% in quanto la legge del piano casa non consente la sopraelevazione. Lei poteva costruire una nuova stanza a livello della sua abitazione, in altre parole in aderenza o adiacente, sfruttando  il 20 o 30% della superficie o volume totale dell'immobile e comunque non superiore a 70 mq, ma non può aumentare il numero dei piani.

Architetti migranti in cerca di lavoro

Gli architetti in Italia sono 145mila, superiamo il record europeo con 2,4 professionisti ogni mille abitanti e, secondo le stime del Cresme, il mercato dell'architettura nel nostro paese vale 2,7 miliardi. Fatti due conti, si tratta di spartirsi una media di 19mila euro l'anno. Una categoria in sofferenza e una situazione che sempre più spesso spinge i professionisti a guardare oltre confine. 

«A livello economico per gli architetti è più facile trovare impieghi da dipendenti in Paesi come Cina, India o Turchia, dove c'è una fiorente architettura commerciale. Per chi cerca invece opportunità di qualità l'Europa resta un punto di riferimento». Ne sono convinti Cristina Murphy e Andrea Bertassi, trentenni italiani con esperienze internazionali e con base a Rotterdam, dove nel 2008 hanno fondato lo studio XCoop. Opportunità ci sono in Germania e in Inghilterra. «Il Belgio è un paese che ha un sistema particolarmente favorevole per i giovani – spiega Murphy -, i bandi non…

Domande e risposte Nuovo Piano Casa Lazio 2011 (3)

Domanda:
I miei genitori vivono in una casa di campagna di circa 200 mq di superficie, piano terra e primo piano sull'ingresso c'è un portico la cui copertura funge da terrazzo alle camere del primo piano volevo sapere se posso ampliare l'abitazione in parte al piano terra chiudendo parte del portico e parte al primo piano costruendo sulla terrazza. Inoltre l'intenzione sarebbe quella di dividere il casale in due abitazioni realizzando una scala esterna che arrivi al terrazzo facendo così un appartamento al piano terra ed uno al primo piano.
Grazie

Risposta:
Prima di tutto bisogna vedere se questo casale risulta un casale storico comunque realizzato prima del 1930, in questo caso il piano casa non prevede nessun ampliamento.
come pure se si trova in aree con vincolo di inedificabilità assoluta oppure in aree naturali protette.
Se invece l'immobile è sottoposto a vincolo paesaggistico o vincolati in genere gli interventi sono consentiti previa autorizzazione dell…

Domande e risposte Nuovo Piano Casa Lazio 2011 (2)

Domanda:
Sono proprietario di un attico in un condominio di 20 condomini sulla mia terrazza a livello in parte coperta vorrei aggiungere una stanza posso farlo con il piano casa aggiornato?
Grazie

Risposta:
con il piano casa si può ricorrere all'ampliamento della proria residenza per un massimo del 20% della superficie utile esistente e questo può farlo da subito senza aspettare il 31 gennaio 2012, se invece la superficie che necessita non è sufficiente allora può ampliare con una percentuale del 30% ma dovrà utilizzare fonti di energia alternativa pari alla produzione di almeno 1 Kw.
Deve vedere cosa prescrive il regolamento condominiale in genere per fare delle modifiche di prospetto si deve avere il permesso da parte di tutti i condomini. Quindi prima si accerti della disponibilità dei condomini del suo immobile poi provveda a chiedere ad un tecnico di predisporre la dia o il permesso a costruire.
Un ultima cosa, l'ampliamento deve essere eseguito anche rispettando la verif…

EDILIZIA, BARLETTA: ARCHITETTI, CONSIGLIO NAZIONALE, "SUBITO UN DECRETO PER OBBLIGO TAGLIANDO DECENNALE EDIFICI" LETTERA APERTA AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA E AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO

Roma, 6 ottobre 2011. "Il crollo dell'edificio di Barletta e la tragedia della morte di 5 innocenti cittadini è solo l'ultimo di un tragico rosario di morti e feriti causato dalle condizioni del patrimonio edilizio italiano. Ringraziando ancora una volta il Presidente della Repubblica per avere espresso la necessità di "tenere sempre alta la guardia sulle condizioni di sicurezza delle abitazioni e dei luoghi di lavoro con una costante azione di prevenzione e vigilanza", chiediamo l'intervento immediato del Governo perché con un decreto stabilisca subito l'obbligo di un tagliando decennale agli edifici, che certifichi le condizioni statiche, sanitarie,della sicurezza degli impianti, delle condizioni energetiche e di inquinamento".

Inizia così la Lettera Aperta che il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori ha inviato al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e al Presidente del Consiglio Silvio Berluscon…

Domande e risposte Nuovo Piano Casa Lazio 2011 (1)

Domanda:
- Ho una casa in bifamiliare volevo sapere se posso chiudere il portico attuale e ricrearlo più avanti.

Risposta:
- La superfice che si può ampliare utilizzando la superficie del portico non deve intanto superare il 20% della superficie utile della casa oppure arrivare al 30% della superficie utile o del volume dell'intero immobile nel caso di utilizzo di tecnologie che prevedono l'uso di fonti di energia rinnovabile con la potenza non inferiore ad 1Kw.
Si deve inoltre tenere presente che comunque l'ampliamento non potrà superare comunque i 70 mq.
Inoltre deve comunque rispettare le distanze dai confini che non potranno essere inferiori a 5,00 m. Quindi se il nuovo portico rispetta le distanze suddette si può costruire.

progetto di qualità, efficienza ambientale ed energetica

"Progetto sostenibile e l'efficienza energetica" dell'Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e provincia ha promosso il corso di formazione per professionisti sul tema del progetto sostenibile. La qualità del progetto e della sua realizzazione coniugata ai temi della sostenibilità ambientale, del risparmio e dell'efficienza energetica, sono oggi componenti fondamentali per la professione. Queste rappresentano la scommessa per una nuova architettura degli edifici e della città. Il libro raccoglie gli atti del corso ma è impostato come una ampia rassegna di esperienze, metodologie, esempi e applicazioni normative utili per il lavoro del progettista. Il corso si è concluso con un laboratorio di progettazione ambientale per lo studio dell'efficienza energetica degli assetti urbanistici, dei manufatti architettonici e degli involucri edilizi che ha coinvolto gli architetti partecipanti al Corso per tre giornate presso la Casa dell'Architettura di Roma. Nel s…

Difesa del patrimonio culturale, pene più severe per gli aggressori

Con l’obiettivo di rendere maggiormente effettiva ed incisiva la tutela penale del patrimonio culturale, il Consiglio dei Ministri del 22 settembre 2011 ha approvato un disegno di legge che delega il governo a riformare la disciplina sanzionatoria in materia di reati contro questa categoria di beni. E’ un patrimonio che va difeso senza tentennamenti, ha affermato il ministro Galan nella successiva conferenza stampa: il provvedimento approvato, oltre a contenere tale riconoscimento, mette a disposizione delle forze dell’ordine uno strumento che renderà la loro azione più decisa. La Costituzione colloca la tutela del paesaggio e del patrimonio storico e artistico della Nazione ad un livello superiore rispetto alla difesa del diritto all’integrità dei beni privati, e richiede che alla tutela penale del patrimonio culturale sia assegnato un rilievo preminente e differenziato. E’ costituito dai beni culturali e dai beni paesaggistici, come definiti dal  Decreto legislativo 22 gennaio 2004 …

DECRETO 14 settembre 2011. Modalità applicative e documentazione necessaria per la presentazione della certificazione per il riconoscimento della ruralità dei fabbricati.

Art. 1. Attribuzione del classamento agli immobili per i quali sussistono i requisiti di ruralità 1. Sono attribuite le categorie catastali A/6 e D/10, rispettivamente, alle unità immobiliari ad uso abitativo e a quelle strumentali all'attività agricola, per le quali sussistono i requisiti di ruralità di cui all'art. 9 del decreto-legge 30 dicembre 1993, n. 557, convertito, con modificazioni, dalla legge 26 febbraio 1994, n. 133. 2. Viene istituita la classe "R", senza determinazione della rendita catastale, per le unità immobiliari ad uso abitativo, di cui al comma 1, censite nella categoria A/6. 3. La rendita catastale per le unità immobiliari strumentali all'attività agricola, censite nella categoria D/10, è determinata per stima diretta, ai sensi dell'art. 30 del decreto del Presidente della Repubblica 1° dicembre 1949, n. 1142.

Art. 2. Presentazione delle domande di variazione, delle dichiarazioni in catasto e delle autocertificazioni... Continua

DGR 23 dicembre 2009, n. 985 Testo coordinato con rettifiche e modifiche (evidenziate in grigio) apportate dalla DGR 22 marzo 2010, n. 187

L.R. 11 agosto 2009 n. 21 art. 9 - Definizione di modalità procedurali, indirizzi e criteri per I’assegnazione dei contributi per la formazione degli strumenti urbanistici volti a sviluppare processi di ripristino ambientale e di riordino urbano e delle periferie; criteri per I’assegnazione dei contributi per la realizzazione delle opere pubbliche inserite nei programmi integrati di cui agli artt. 7 e 8 della L.R. 21/2009. apri documento

PIANO CASA: 100 MLN EURO PER FINANZIAMENTI A FAMIGLIE E PICCOLE IMPRESE

La Bcc a fianco della Regione Lazio al servizio dei cittadini. 14/09/2011 - Piano Casa: 100 milioni di euro per finanziamenti dedicati a famiglie e piccole imprese del Lazio. La presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, e il presidente della Banca di Credito Cooperativo di Roma, Francesco Liberati, hanno presentato oggi, presso la Sala Tevere della Giunta regionale, l’intervento attraverso cui la Bcc di Roma mette a disposizione un plafond da 100 milioni di euro “per famiglie e piccole imprese che vogliono usufruire delle opportunità del nuovo Piano Casa varato dalla Regione Lazio” ha spiegato Polverini.

Da domani, giovedì 15 settembre, “si può richiedere la Dia (dichiarazione inizio attività) per poter procedere all'ampliamento della propria abitazione oppure per i locali delle piccole imprese”, ha aggiunto la presidente della Regione Lazio. Contemporaneamente le 120 agenzie della Bcc distribuite in tutta la regione e, soprattutto a Roma e provincia, saranno operative per…

CENTRI STORICI: IANNUZZI (PD): BENE OK A NOSTRO PDL SU VALORIZZAZIONE

"Esprimo profonda soddisfazione per l'approvazione sostanzialmente all'unanimità  della proposta di legge del Pd, di cui sono primo firmatario, e che e' confluita con la proposta analoga dell'on. Tommaso Foti (Pdl) nel testo unificato  varato dall'assemblea di Montecitorio". Lo dice Tino Iannuzzi, deputato Pd in commissione Ambiente. "Si tratta - prosegue Iannuzzi - di una legge fortemente innovativa che e' diretta a favorire e incentivare la riqualificazione dei centri storici nei comuni e nelle unioni di Comuni con popolazione sino a 5000 abitanti, attraverso interventi integrati pubblici e privati, con il contestuale e obbligatorio impiego di risorse dello Stato e di risorse dei proprietari di immobili privati, nonché  di imprenditori e operatori economici. Questi interventi prevedono il recupero e la ristrutturazione di edifici privati, la realizzazione di opere pubbliche e di infrastrutture, il miglioramento dei servizi urbani, il consolidam…

Fotovoltaico Tabelle quarto conto energia

Il DM del 05/05/2011definisce una classificazione semplificata degli impianti fotovoltaici,prevedendo la distinzione tariffaria tra due sole tipologie di intervento: gli “impianti fotovoltaici realizzati sugli edifici”, installati seguendo particolari modalità di posizionamento indicate nell’Allegato 2 del Decreto;gli “altri impianti fotovoltaici”, ovvero tutti gli impianti fotovoltaici non ricadenti nella precedente tipologia ivi inclusi gli impianti a terra.
Il Decreto prevede, inoltre, la distinzione tra Grandi Impianti per i quali l’ammissione alle tariffe incentivanti passa attraverso l’iscrizione a un apposito registro informatico gestito dal GSE e Piccoli Impianti. Gli impianti fotovoltaici che entrano in esercizio a partire dal primo giugno 2011 i cui Soggetti Responsabili sono persone fisiche, persone giuridiche, soggetti pubblici o condomini di unità immobiliari ovvero di edifici, hanno diritto a una tariffa incentivante articolata secondo i valori riportati nella Tabella 1, ne…